Sulla Soglia… di un nuovo Hellas

Tutti in discussione, secondo Setti. Il primo è stato Marroccu, sostituito dal volto noto di Sean Sogliano come ds. Ma è solo il primo passo per un nuovo Hellas.

Sean Sogliano, Maurizio Setti
Sean Sogliano, Maurizio Setti

Sarà domani, lunedì 21 novembre, nel pomeriggio, la presentazione ufficiale del nuovo direttore sportivo dell’Hellas Verona, Sean Sogliano. “Nuovo” per quest’anno, dopo il cambio di mansione per Francesco Marroccu, spostato a “Responsabile di area tecnica” del club gialloblù, ma non certo per il Verona, visto il suo passato fra 2012 e 2015.

Il presidente Maurizio Setti l’aveva detto: «Siamo tutti in discussione», e con questa prima mossa all’inizio della pausa per i mondiali del Qatar lo ha dimostrato. Ora, il tema principale di «discussione» fra Setti e Sogliano sarà sicuramente la guida tecnica della squadra.

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne, in Veneto nel 2021 oltre seimila richieste a centri e sportelli

Salvatore Bocchetti fino a oggi non ha conquistato neppure un punto, anche se non si può certo imputare lui del filotto di sconfitte dell’Hellas e la società gli ha dato fiducia con un contratto fino al 2027. Dopo gli esoneri di Eusebio Di Francesco e Gabriele Cioffi, chiamare un ennesimo allenatore per parcheggiare un Bocchetti appena promosso dalla Primavera (e continuare a pagare tutti) sembra effettivamente controintuitivo. Ma se la regola è «Siamo tutti in discussione», allora nemmeno Bocchetti può dormire sogni tranquilli (considerando il “traguardo” delle dieci sconfitte, probabilmente già non li dormiva).

Infine c’è un mercato da affrontare, e a proposito di sonno, dopo il ko con lo Spezia Setti diceva: «Oggi sono sconvolto perché mi sto ammalando per il Verona, sono dieci giorni che non dormo, non riesco a capire il motivo. Se si va a guardare questa rosa, a detta di tutti, è più forte di quella dell’anno scorso tranne nei singoli davanti che magari non si sono ancora espressi. Oggi ha fatto il primo gol Verdi ma non lo abbiamo avuto praticamente mai, Henry era partito bene ma poi ha avuto un’involuzione. Le cose sono tante, ma io non sono qui a trovare delle giustificazioni. Sono qui a cercare la medicina per risolvere la situazione in questi 50 giorni perché sicuramente non ci si arrende oggi, non siamo retrocessi».

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Vedremo se in vista del mercato, Setti riuscirà a trovare il regalo di Natale di cui l’Hellas ha bisogno. La squadra tornerà ad allenarsi da sabato 26 novembre.

Intanto c’è da fare gli auguri di un buon mondiale ai quattro gialloblù convocati per i Qatar: Martin Hongla per il Camerun, Ivan Ilic e Darko Lazovic per la Serbia e Ajdin Hrustic per l’Australia.

LEGGI ANCHE: Viabilità a Verona nel weekend, auto ai parcheggi della Genovesa e dello stadio

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv