Volley, Fabiana Brutti ancora alla VIVIgas: «Dobbiamo ripartire alla grande»

Per il secondo anno consecutivo Fabiana Brutti vestirà la maglia di VIVIgas, con il chiaro intento di contribuire a disputare un campionato nei piani alti della classifica.

Per il secondo anno consecutivo Fabiana Brutti vestirà la maglia di VIVIgas, con il chiaro intento di contribuire a disputare un campionato nei piani alti della classifica.

Una scelta sportiva e di vita. Anche la prossima stagione il centrale sarà tra le protagoniste del roster di VIVIgas, continuando il percorso iniziato lo scorso campionato e chiuso con un ottimo quinto posto. Un punto di partenza di tutto rispetto da cui ripartire dopo le vacanze estive, come lei stessa spiega.

«Appena finito lo scorso campionato, il diesse Graziano Rossi mi ha chiesto di rimanere. Io» prosegue «ho accettato praticamente subito, soprattutto perché l’ambiente si è dimostrato bello e sano. Inoltre, a farmi decidere di non cambiare squadra, è stata anche la conferma in panchina di Marcello Bertolini, che conosco da tanto tempo e con cui ho sempre lavorato bene. A tutto questo si aggiunge anche la conferma di alcune compagne ma» ammette «avevo praticamente già deciso di continuare a giocare con VIVIgas».

Eventuali sirene di mercato dunque sono state inascoltate, soprattutto perché Fabiana ha deciso di rimanere a Verona anche come scelta di vita. «Qualche squadra mi ha cercato, ma ho preferito non cambiare, visto che ho anche iniziato a lavorare vicino a casa. Il mio obiettivo infatti sarà riuscire a fare entrambe le cose con impegno e nel miglior modo possibile».

L’anno scorso il campionato di VIVIgas ha avuto a due volti: «Sinceramente nessuno si aspettava una partenza in salita. A dicembre però siamo riusciti a svoltare, cambiando anche atteggiamento, riuscendo a centrare un quinto posto che, alla fine dell’andata, nessuno avrebbe pensato di raggiungere. Ora però dobbiamo guardare al prossimo campionato. Non voglio sbilanciarmi – ha detto la Brutti – ma penso che dovremo fare il possibile per iniziare bene, in modo da avere il giusto entusiasmo per affrontare il resto della stagione. Le prospettive sembrano essere buone, ma dovremo cercare anche noi giocatrici di amalgamarci al meglio. Ci saranno nuove compagne, che si aggiungeranno una buona e solida base della squadra dell’anno scorso».

Ancora un mese e mezzo dunque, e poi si ritornerà a sudare. «In passato non mi era mai capitato ma, anche se le vacanze estive sono praticamente appena iniziate, non vedo l’ora di ricominciare. Ora però è giusto riposare un po’, ricaricare le pile per poi» conclude «ripartire alla grande!»