Tezenis, Amato lascia, arriva Rosselli dalla Fortitudo

Andrea Amato lascia la Tezenis, l'annuncio del divorzio consensuale arriva oggi, assieme alla nota dell'arrivo di Guido Rosselli

Andrea Amato lascia la Scaligera Basket, d’intesa con la società gialloblu. È di oggi la notizia, un sintetico annuncio che ricorda le 91 presenze del cestista con la maglia della Tezenis dal febbraio 2017.

Sempre di oggi la nota della Scaligera Basket comunica di aver sottoscritto un accordo biennale con Guido Rosselli.

Classe 1983, arriva a Verona dopo due stagioni con la Fortitudo Bologna, dove ha conquistato la promozione nella massima serie al termine del campionato appena concluso disputando 34 partite ufficiali (regular season, Coppa Italia, Supercoppa) e tenendo una media di 24,8 minuti, 10,9 punti, 4,3 rimbalzi e 4,5 assist per match.

«La firma di questo accordo con Rosselli è un nuovo tassello importante per il nostro prossimo campionato in Serie A2 – ha commentato il GM Alessandro Giuliani – non abbiamo mai nascosto la volontà di costruire una squadra solida, con determinate caratteristiche. Questa solidità la troviamo proprio in Guido che ha deciso con entusiasmo di affrontare questa nuova sfida dopo i tre anni consecutivi giocati a Bologna».

«La Scaligera Basket è una società che mi piace da anni, Verona è una città che conosco, davvero bellissima. Quando è arrivata la chiamata sono stato contentissimo: io sono cresciuto guardando la pallacanestro degli anni di Iuzzolino e Williams, sono consapevole che questa società rappresenta un pezzo di storia del basket italiano».

«Il progetto è ambizioso – ha proseguito – la società sta lavorando bene ed anche per questo la scelta è stata più facile. Conosco già coach Dalmonte dal 2013, so come lavora ed anche la sua presenza è stata importante per arrivare alla mia scelta. Dobbiamo essere bravi a creare un’identità forte di squadra seguendo i dettami del coach; sarà importante essere una squadra solida, una squadra che non molla mai. I ragazzi dello scorso anno saranno importantissimi per farci ambientare velocemente perché il prossimo sarà un campionato sicuramente molto difficile: cambia la formula, viene inserita la fase ad orologio e ci sono squadre che si stanno attrezzando per fare davvero molto bene».