Primo stop per la Css contro Milano

Le veronesi iniziano bene e vanno anche in vantaggio, ma nel finale non riescono a convertire la buona prestazione in punti per la propria classifica.

css verona contro milano

Alla Css non riesce il colpo: la squadra di Zaccaria torna da Milano a mani vuote, dopo un match dal quale avrebbe potuto ottenere qualcosa di più. Arriva dunque il primo stop in campionato, con punteggio di 11-10, con la Css che dopo tre giornate è al quarto posto in classifica in coabitazione proprio al club lombardo.

Alla Piscina Faustina di Lodi la prima parte della gara è tutta guidata dalla Css, che va più volte avanti nel parziale e, poco prima della metà del terzo tempo, si ritrova sul 7-5. Braga apre le danze e Peroni mette il settimo sigillo, ma la mattatrice assoluta fino a quel momento è la napoletana Adele Esposito, arrivata in estate alla corte di Zaccaria, la quale mette a segno consecutivamente una doppietta per ciascuna delle prime due frazioni e pure il sesto gol gialloblù.

La Kally rimane agganciata nello score grazie alla grande capacità di capitalizzare le occasioni con l’uomo in più: a fine match sono ben cinque le marcature di Milano in superiorità. Dopo la rete di Peroni, Milano reagisce piazzando quattro palloni dietro a Nigro, che portano Gragnolati e compagne sul 9-7. La Css ha ancora le forze per impattare nel punteggio con Bartolini e Perna, ma nel finale non trova la maniera per portare dalla propria l’inerzia della partita, sciupando qualche superiorità nel momento più caldo, compresa un’espulsione temporanea di Imperatrice che lascia Milano senza portiere di ruolo.

«Non posso dire di essere deluso, ma il pareggio secondo me ci poteva stare. – ha detto il coach Zaccaria – Purtroppo non abbiamo avuto il guizzo necessario per portare il risultato
dalla nostra. Siamo partite bene – continua l’allenatore padovano – e siamo anche state avanti di due lunghezze, mancando il più tre. Rispetto al campionato scorso la squadra è cresciuta, ma anche le nostre avversarie: non dimentichiamo che Milano ha acquistato in estate Bianconi e Carrega. Insomma, non sono una squadra qualsiasi».

Decisamente dispiaciuta Esposito, top scorer della partita: «Avrei preferito che i miei cinque gol avessero contribuito ad una vittoria della squadra. Se sono riuscita a segnarli è grazie alle mie compagne ed al loro aiuto. Fa piacere aver segnato tanto, sì…ma con un risultato diverso avrebbe avuto tutt’altro sapore».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.