250 volontari e mille atleti da tutta Italia, Usa, Belgio, Russia e altri Paesi ancora. Tanti sono gli iscritti alla 22° Lessinia Legend, presentata oggi in Sala Rossa ai Palazzi Scaligeri con il vicepresidente della Provincia di Verona David Di Michele, il consigliere provinciale Stefano Marcolini, i sindaci di Selva di Progno e Bosco Chiesanuova e i promotori dell’iniziativa Emiliano Ferrari, Simone Scandola, Remigio Birtele e Fulvio Valbusa.

La gara di mountain bike sabato 22 giugno attraverserà otto comuni dell’alta provincia di Verona: Bosco Chiesanuova, Erbezzo, Roveré Veronese, Selva di Progno, Giazza, San Mauro di Saline, Velo Veronese. Due i tracciati disponibili, l’Extreme, lungo 100 km con oltre 3600 metri di dislivello, e il Classic, lungo 50 km e con un dislivello di “soli” 1750 metri.

Quella che è stata inserita da RedBull tra “le dieci granfondo offroad del 2019 più toste e belle da fare almeno una volta nella vita” prenderà il via alle 18 di venerdì 21 giugno con la presentazione nella piazza di Bosco Chiesanuova assieme ai vincitori delle passate edizioni e con un ospite d’eccezione: Bruno De Bertolis, numero uno dei granfondisti italiani con un passato in Coppa del Mondo Cross Country prima e nella Granfondo poi, che racconterà la sua storia.

Tra le novità dell’edizione 2019 della competizione, il “Lessinia Legend Weekend“, cartellone di eventi che coinvolge le comunità locali. Inoltre, a tutti i partecipanti verranno consegnate le medaglie realizzate dai ragazzi della Piccola Fraternità Lessinia onlus di Corbiolo.

Per i piccoli ciclisti, la “Lessinia Legend Kids“, un divertente percorso in bicicletta nel centro di Bosco Chiesanuova riservato ai nati dal 2004 al 2016, che riceveranno un piccolo riconoscimento al termine della pedalata.

I promotori della Lessinia Legend (da sx) Remigio Birtele, Emiliano Ferrari, Fulvio Valbusa e Simone Scandola

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.