L’Atalanta beffa l’Hellas: 3-2 per i bergamaschi

Dopo un'intensa partita i veronesi non riescono a portare a casa quella che poteva essere una grande vittoria contro l'Atalanta. A segnare le sorti dei gialloblù una rete dei nerazzurri al 93'.

Hellas beffata all’ultimo minuto allo stadio Atleti Azzurri d’Italia. Dopo un’intensa partita contro l’Atalanta, il match si è concluso 3 a 2 per i bergamaschi, che hanno segnato al 93’, proprio durante il recupero.

Ad aprire le danze era stato il verona di Juric al 23′ con un gol di Di Carmine, che ha portato gli scaligeri in vantaggio fino al 44‘, quando è arrivato il pareggio dei nerazzurri. Al 57′ Di Carmine ha fatto il bis andando in rete e riportando così i gialloblù in vantaggio. Il pareggio dell’Atalanta è arrivato al 64′ su rigore di Muriel.

Nel finale Dawidowicz viene espulso e, in pieno recupero, al 93′, Djimsiti firma il definitivo 3-2.

«Mi spiace perdere quando hai tolto ogni gap contro squadre superiori in tutto. Purtroppo abbiamo pagato qualche ingenuità: del resto abbiamo molti giocatori di B che in A non hanno esperienza – ha commentato a fine partita Ivan Juric, insoddisfatto del ko – Mi rammarico di non essere uscito da Bergamo almeno con un punto. I miei hanno fatto il massimo, purtroppo se concedi qualcosa di là hai gente di un altro pianeta come Gomez che ti lavora ai fianchi e ti punisce. La strada è tracciata, bisogna continuare a tenere questo ritmo e questa qualità di gioco – chiude Juric – Io vedo molte note positive a parte il paio di errori dietro: Di Carmine è al terzo gol in due partite, ma lui non mi sorprende. Ogni partita va affrontata con grandissima umiltà, con l’applicazione che serve per preparare una finale di Champions League. Bisogna pensare che il Torino è un altro mondo».