La BluVolley sconfitta in Calabria

Ieri sera niente da fare per la squadra di Stoytchev, che ha dovuto fare i conti con Vibo Valentia.

bluvolley

Gara a senso unico quella andata in scena al Palacalafiore di Reggio Calabria. La Tonno Callipo supera Verona con un netto 3-0 che lascia spazio a poche interpretazioni e conferma le parole di coach Stoytchev alla vigilia.

Nel primo set Verona scende in campo con Asparuhov, Boyer, Solé, Cester, Spirito, Muagututia e Bonami. Pronti, via ed è subito Drame ad inaugurare il tabellone indovinando una diagonale perfetta. La risposta dei gialloblù non si fa attendere con Boyer che riporta tutto in parità. Poi la squadra di Cichiello tenta la fuga sempre con l’opposto brasiliano e portandosi sul 10-6. Continua la striscia positiva dei padroni di casa che trovano sempre il varco giusto nel muro veronese. Solé passa con un primo tempo fulminante e cerca di dare la carica ai suoi, ma la difesa veronese continua a vacillare e Vibo vola a +7. Boyer va in battuta e spara fuori consegnando il set ai giallorossi per 25-17.

Nel secondo set Stoytchev striglia i suoi e al rientro la musica cambia: Boyer porta avanti Verona e Asparuhov mette a terra l’ace del 3-5. La tensione riprende il sopravvento tra le fila gialloblù e Vibo torna in sella. La partita si scalda e l’arbitro mostra il rosso a Cester che vale un punto bonus per i padroni di casa. Il 10-7 lo segna Carle con un ace che non lascia scampo a Bonami. Il muro veronese continua ad avere problemi e gli avversari ne approfittano. Stoytchev cerca di dare la scossa ai suoi inserendo Kluth e capitan Birarelli, ma la reazione non arriva. 25-17 il finale.

Il terzo e ultimo set parte in modo equilibrato, con le squadre a spartirsi la posta. Verona sembra ritrovare sicurezza a muro e, prima con Asparuhov e poi con Solé, riesce ad arginare gli assalti di Drame. 7-9 il parziale. Baranowiciz carica i suoi e Vibo riporta avanti. Tornano a scaldarsi gli animi e l’arbitro punisce severamente una parola di troppo di Solé con l’espulsione. Chinenyeze erge un muro invalicabile sulla pipe di Asparuhov e porta i suoi a +4. Verona entra in un vortice da cui fatica ad uscire e una serie di errori condannano gli uomini di Stoytchev alla sconfitta. Il match point del 3-0 arriva dopo il mani fuori cercato e trovato da Defalco. Finale di set che dice 25-20.

«Non siamo mai entrati in partita. É stata una gara monodirezionale. – ha commentato coach Stoytchev – Solo nel terzo set abbiamo accennato una reazione, ma non siamo andati oltre. Siamo stati inefficaci al servizio e in compenso loro sono stati davvero performanti in ricezione. Il livello del cambio palla non è stato all’altezza e dall’altra parte c’era una squadra che lottava su ogni singolo punto. Dobbiamo assolutamente essere molto più bravi e forti nel fare il nostro gioco. Monza? Analizzeremo l’avversario nei prossimi giorni per prepararla al meglio. Quel che è certo è che dobbiamo reagire perché questo è il nostro compito».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.