Il Verona Rugby è anche rosa, e investe nel settore giovanile

La società sportiva della presidente Raffaella Vittadello investe anche nel settore femminile. Oltre alla squadra di Serie A, numerose le iniziative per far crescere il vivaio "rosa" nei prossimi anni.

In questi giorni di ripresa rugbystica al Payanini Center è entrato in piena attività anche il Settore Femminile del Verona Rugby. La nuova stagione agonistica porta con sé l’importante conferma della partecipazione della Squadra Seniores al Campionato Nazionale di Serie A e la novità di un forte investimento sull’attività giovanile, mirato alla creazione di un vivaio in grado di alimentare nei prossimi anni il movimento veronese.

La Serie A, sempre guidata dai coach Loris RenicaAlessandro Ballerini e Giordano Zarantonello, con Sara Squassabia nel ruolo di preparatrice atletica, partecipa ad un torneo che ha visto mutata la propria composizione e formula. In questa stagione sono stati infatti creati un Girone Meritocratico – in pratica un Girone che raggruppa le migliori sette squadre italiane sulla base dei risultati dell’ultimo anno –  e tre Giorni Territoriali, in modo da rendere più equilibrate le sfide tra le varie compagini. Le vincenti dei tre Gironi Territoriali sfideranno la seconda, terza e quarta classificata del Girone Meritocratico per accedere alle semifinali scudetto cui arriva di diritto la vincente del Meritocratico.

Verona militerà nel Girone Territoriale 3, assieme alle formazioni di Rugby Riviera 1975, Rugby Stanghella, Rugby Calvisano, Fifteen Wilds – All Bluff Rugby Mutina (Modena) e Romagna R.F.C., mentre il Bologna, inizialmente iscritto, si è ritirato. Si troverà, quindi con due squadre venete, una lombarda e due emiliano-romagnole.

«Sicuramente – commenta Loris Renica – ci troveremo davanti ad un campionato più divertente e più facile rispetto ai due durissimi Tornei cui abbiamo partecipato nelle ultime stagioni. Tornei in cui abbiamo dovuto competere con delle autentiche corazzate, con rose frutto di grandi investimenti e ricche di atlete Nazionali».

«Il gruppo – spiega ancora il coach scaligero – si è sicuramente compattato in questi due anni, vincendo la scommessa di riuscire a portare a termine i campionati nonostante le tante difficoltà e l’inesperienza nel gioco a 15 e di continuare a migliorare sotto il profilo del gioco e della qualità agonistica. Ora abbiamo bisogno di ampliare ancora un po’ il numero delle nostre atlete, dopodiché avremo tutte le carte in regola per un torneo di divertimento e soddisfazione, misurato sulla distanza di dieci partite nella regular season».

Alcune ragazze in allenamento al Payanini Center

«Certamente – conclude – è fondamentale in chiave di sviluppo futuro riuscire a far crescere un nostro vivaio di rugby femminile ed è per questo che quest’anno abbiamo aperto alla costituzione delle Under 14, 16 e 18».

Con l’inizio di Settembre, per la precisione da Lunedì 2 Settembre, inizieranno, infatti, gli allenamenti per le categorie Under 14Under 16 e Under 18 delle ragazze.

La categorie giovanili si alleneranno poi ogni LunedìMercoledì e Venerdì, sempre al Payanini Center, dalle 18.00 alle 19.30.

Per lanciare l’attività giovanile, in occasione della prima amichevole della Seria A, nella seconda metà di settembre, si svolgerà una giornata di Porte Aperte dedicata al vivaio scaligero. Un evento che unirà rugby e festa, assolutamente gratuito, che permetterà alle ragazze veronesi di conoscere e provare l’avventura della pallaovale.

La formazione di Serie A svolgerà, invece, due allenamenti in palestra (opzionali) – il Martedì e il Giovedì, dalle 19.00 alle 21.00 – e due sul campo – il Mercoledì e il Venerdì dalle 20.0 alle 22.00 -, sempre al Payanini Center. La formazione antracite esordirà, poi, in campionato il 6 Ottobre sul campo del Rugby Stanghella.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.