Il Verona convince a Cagliari, il Chievo delude al Bentegodi

Hellas gladiatorio in Sardegna, pari e delusione per l’1-1 interno del Chievo contro il Pordenone. Una super Virtus perde con onore il derby stracittadino col Vicenza.

Cagliari-Hellas Verona
Foto dalla pagina Facebook Hellas Verona FC - Francesco Grigolini-Fotoexpress

È un punto prezioso quello strappato ieri sera alla «Sardegna Arena» dall’Hellas Verona di mister Ivan Juric. La compagine gialloblù centra così il secondo pareggio consecutivo dopo quello infrasettimanale contro l’Udinese, un pari che sa di vittoria, considerato il grande momento di forma attraversato dal collettivo sardo del tecnico Rolando Maran.

Per i padroni di casa è andato in rete Castro, autore di un cross beffardo terminato direttamente in rete, mentre a far sorridere il popolo scaligero è stato Faraoni, lesto ad approfittare di un errore difensivo commesso da Pisacane.

Chievo

Se l’Hellas sorride, fortificato da un punto che smuove la classifica, lo stesso non si può dire per il Chievo di Michele Marcolini, rimasto fermo al palo contro il Pordenone nonostante ben quaranta minuti giocati con la doppia superiorità numerica.

L’1-1 finale maturato tra le mura del Bentegodi ieri pomeriggio è un risultato che sa di beffa: soprattutto considerando la trama che ha posseduto l’incontro, sono tanti i rimpianti per un Chievo recentemente incapace di mettere le mani sull’intera posta in palio.

Alla rete ospite di Strizzolo ha risposto il solito Djordjevic nella ripresa – lui forse la nota più positiva di questo difficile avvio veronese – una frazione, la seconda, disputata dai clivensi in undici contro nove, in seguito ai rossi comminati a Strizzolo e Chiaretti per doppia ammonizione.

Virtus

Esce a testa alta dal weekend la Virtus Verona di Gigi Fresco, capace di tenere testa per tutta la partita al Vicenza di Mimmo di Carlo.

L’1-2 conclusivo a referto grida infatti vendetta anche a causa una direzione arbitrale discutibile, che ha deciso di non convalidare un gol in rovesciata di Odogwu parso ai più regolare. Il collettivo borgo veneziano cade sul campo dunque, ma da questa settima giornata si porta a casa un mare di consapevolezze in vista del proseguo del campionato.

Serie D

Focus infine sul sempre avvincente campionato di Serie D. Fine settimana positivo per il Vigasio del neo tecnico Andrea Orecchia, vittorioso nel derby casalingo contro il Villafranca.

Sorrisi a trentadue denti anche per il Caldiero di capitan Lorenzo Zerbato, uscito coi tre punti dal difficile campo di Mestre, non invece per Legnago e Ambrosiana, sconfitte rispettivamente contro il Feltre e la Clodiense.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.