Il Verona cerca la “prima volta” al Bentegodi, il Chievo la propria identità a Livorno

Domani in campo Hellas e Chievo che mettono nel mirino i tre punti contro Samp e Livorno. La Virtus di Fresco va a Rimini con il dente avvelenato, big match in D tra Ambrosiana e Campodarsego.

Bentegodi verona chievo hellas

Sarà un anticipo caldo, quello in programma domani allo Stadio Bentegodi. Alle ore 18 scenderanno in campo Hellas Verona e Sampdoria, squadre separate da soli tre punti in classifica, ma che stanno attraversando due momenti di forma diametralmente opposti. I padroni di casa gialloblù sono reduci dal convincente punto di Cagliari, un pareggio prezioso che, insieme alle precedenti ottime prestazioni, investe il Verona del favore dei pronostici. Per la Samp di mister Eusebio Di Francesco è invece un periodo di buio profondo. Il club blucerchiato ha vinto una sola volta in queste prime sei giornate, segnando solo quattro reti e subendone ben quattordici. I prossimi novanta minuti rappresentano dunque un crocevia dirimente sul cammino del collettivo genovese, obbligato a legittimare l’intera posta in palio per abbandonare lo scomodo ruolo di fanalino di coda.

Ci addentriamo in un weekend delicato anche per il ChievoVerona del trainer Michele Marcolini. Il sodalizio clivense sta faticando ad adattarsi al palcoscenico Cadetto, soprattutto a causa di una sterilità offensiva che fino a qui ne ha screditato le ambizioni. Dopo i pareggi in fila contro Pisa, Salernitana e Pordenone, l’undici veronese è chiamato ad una prova di forza in terra toscana: al «Picchi» di Livorno dinnanzi alla terzultima della classe, Cesar e compagni non possono più sbagliare. Si tratta di un primo testa a testa assoluto tra le due realtà in Serie B, mentre se si scorrono i precedenti in A il bilancio sorride nettamente alla truppa veronese, uscita vincitrice nove volte su dieci confronti totali.

Dopo la sconfitta con l’onore delle armi nel derby di domenica scorsa, la Virtus di Gigi Fresco fa visita domenica al Rimini Calcio, in un revival dello scontro play-out che a maggio sorrise agli emiliani. I biancorossi padroni di casa stanno attraversando un periodo nerissimo che, dopo un avvio incoraggiante, ne sta minando le certezze: ai borgo veneziani dunque l’arduo compito di non far rialzare una delle future (probabili) rivali salvezza.

Turno ricco di incroci interessanti anche per quanto riguarda il girone C di Serie D. La «terribile» matricola Caldiero ospita al «Berti» il rodato Este, impegno interno anche per il Legnago che ospita il Tamai. Il Villafranca di mister Giovanni Arioli confida di ritrovare il sorriso contro l’Union Feltre, il Vigasio invece intende dare continuità all’affermazione nel derby lanciando il guanto di sfida alla corazzata Luparense. Trasferta insidiosa infine per l’Ambrosiana che sfida il Campodarsego.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.