Prima conferenza stampa in terra scaligera per il nuovo allenatore gialloblu Ivan Juric, fresco di nomina e concreto nelle scelte tattiche e strategiche.

«Oggi siamo ad un mese dal 2 giugno, un bel ricordo, che è passato, ora inizia una nuova fase. Sicuramente del 2 giugno dobbiamo portarci l’unità, l’entusiasmo che ci ha permesso di raggiungere l’impresa» ha detto Tony D’amico nel breve preambolo alla conferenza stampa.

«Mi aspetto una grandissima stagione, la squadra si esprimerà bene, saremo tosti, i ragazzi che hanno vinto il campionato devono trasmettere il loro entusiasmo ai nuovi arrivati» ha detto l’allenatore.

Appassionato di death metal, contrario al doppio allenamento ma non geloso dei suoi giocatori, Juric ha in mente un gioco dinamico e aggressivo. con difesa a tre. Sulle palle inattive «molto dipende dalla fisicità dei giocatori – ha detto Juric – Se non hai i giocatori adatti sei costretto a subire, se invece hai giocatori di carattere, tosti , che è un atteggiamento mentale, puoi avere grandissimi vantaggi».

Su Daniel Bessa Juric si augura che decida di rimanere «Ci potrebbe dare una grossa mano, Daniel ha dimostrato che può giocare in serie A, è anche una persona diversa, più matura. Poi, se la società dovesse ricevere una bella offerta e riterrà che è giusto cederlo, lo venderà e poi penserà a come sostituirlo»

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.