L’Hellas continua a sognare, un Chievo “matto” espugna Livorno

Un Verona granitico schiaccia la Samp, affermandosi come seconda difesa della massima serie. Il Chievo trionfa in rimonta al «Picchi», vendetta Virtus in quel di Rimini.

Hellas Verona
Foto Francesco Grigolini - Fotoexpress, dalla pagina Facebook Hellas Verona FC

Hellas Verona

È un grande Hellas quello che si è affacciato in questi primi sette turni di Serie A. La compagine di mister Juric sabato sera nell’anticipo disputato al Bentegodi ha posto in essere una grande prova di forza contro la Sampdoria, condannando con una rete per tempo gli ospiti blucerchiati alla permanenza in fondo alla graduatoria. Un’incornata del «baby» Kumbulla e l’autogol di Murru hanno permesso al Verona di scalare gerarchie in classifica, posizionandosi nella zona centrale del raggruppamento. Scorrendo le statistiche, balza subito agli occhi l’impermeabilità difensiva dell’undici scaligero: Silvestri è stato trafitto solo in cinque occasioni, meglio di lui in «A» ha fatto solo Handanovic con quattro reti al passivo.

ChievoVerona

Il sabato sponda Chievo è stato invece un ottovolante di emozioni. Dopo una complicatissima prima frazione, conclusasi con il parziale di 3-1 in favore del Livorno, nella ripresa i ragazzi di mister Marcolini hanno preso in mano le redini dell’incontro, pareggiando la contesa con una doppietta di Meggiorini e sferrando l’incredibile colpo del ko quasi a tempo scaduto con Segre.

È un Chievo che ora dovrà fare tesoro dell’imminente pausa per le Nazionali per cercare quella quadratura indispensabile per accedere alle zone nobili del raggruppamento.

Virtus Verona

Weekend da incorniciare anche per la Virtus Verona di Gigi Fresco. I rossoblù hanno soggiogato il Rimini al termine di una partita intensa, giocata con autorevolezza e legittimata con merito grazie all’eurogol di Manfrin e al tap-in del solito Odogwu. I veronesi si assestano così nel cuore della classifica, aspettando domenica prossima la Vis Pesaro al «Gavagnin-Nocini».

Serie D

Sesta giornata in chiaroscuro per le nostre rappresentative in D. Gioiscono Villafranca e Legnago, autrici di convincenti prestazioni contro Feltre e Tamai, conquistano un solo punto invece Ambrosiana e Caldiero contro le quotate Campodarsego ed Este. Tonfo del Vigasio, che a San Martino di Lupari incassa quattro schiaffi dalla Luparense.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.