Domenica avara di punti per Hellas e Chievo, rimpianti Virtus al «Menti»

L’Hellas di Juric interrompe il filotto positivo, un Chievo irriconoscibile crolla a Trapani. Pari e patta nel derby veneto di Lega Pro tra Arzignano e Virtus.

Hellas Verona-Roma chievo trapani
Hellas Verona-Roma - Foto Francesco Grigolini - Fotoexpress / dalla pagina Facebook Hellas Verona FC

È un Verona dal grande cuore e potenziale quello che sta brillando in questo campionato di Serie A. Nel posticipo andato in scena ieri sera al Bentegodi la truppa gialloblù è caduta per 3-1 di fronte alla Roma, sviluppando però un gran gioco e vedendosi annullare il gol del 2-1 di Faraoni al Var per un off-side millimetrico. L’Hellas conferma dunque tutte i progressi messi in mostra nell’ultimo mese, eccezion fatta per una fase offensiva che ad oggi ha portato in dote troppi pochi punti. Il prossimo impegno per i gialloblù è in programma sabato prossimo alle 15.00 sul campo dell’Atalanta.

È stata una domenica nerissima per il Chievo, uscito sconfitto dalla trasferta di Trapani in casa dell’ultima forza del raggruppamento. Troppo spento l’undici di Marcolini per opporsi alla fame di riscatto del collettivo siciliano, bravo a governare il vantaggio siglato da Evacuo, sfiorando in più riprese il raddoppio. Per Giaccherini e compagni sfuma così la ghiotta possibilità di portarsi al secondo posto in solitaria, possibilità da provare a concretizzare sabato prossimo alle 18 sul terreno amico dinnanzi alla Cremonese.

Si è concluso senza vincitori né vinti l’anticipo della diciassettesima giornata di Lega Pro. Al «Menti» di Vicenza, Union Arzignano e Virtus si sono date aspra battaglia, contesa terminata sull’1-1 complici le reti di Rocco e Danti. Il pareggio sta stretto alla compagine virtussina, che sale a quota ventiquattro lunghezze, conservando la nona posizione in classifica. È un punto che fa avanzare anche l’Arzignano, sempre invischiato nella lotta per non retrocedere e distante ora cinque punti dal Fano fanalino di coda.

In D ride solo l’Ambrosiana, vittoriosa con un secco 3-0 sul Mestre, mentre piangono Vigasio, Legnago e Caldiero. Punto d’oro per il Villafranca di mister Adami a Chioggia, trascinato da un sempre più decisivo Filippo Strada.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.