ChievoVerona, scocca finalmente l’ora del riscatto

Dopo undici stagioni consecutive nella massima serie, per il ChievoVerona inizia l’anno zero. Domenica al «Curi» di Perugia i gialloblù cercano il primo passo verso la redenzione.

Smaltita la delusione per la retrocessione nella serie cadetta, il ChievoVerona è pronto ad addentrarsi in una stagione colma di stimoli e aspettative. Domenica alle ore 20.45 presso lo Stadio Renato Curi di Perugia inizia una nuova era per la società di Via Galvani, chiamata a scacciare con una prestazione convincente la fitta coltre di interrogativi che aleggia sopra Veronello.

Se finora la dirigenza scaligera è riuscita a trattenere diversi pezzi da novanta, non è escluso che questi ultimi sgoccioli di mercato non riservino sorprese. Nonostante le possibili presenze nell’undici titolare di domenica, i destini di Tomovic e Stepinski restano in bilico: sul difensore serbo e sulla punta polacca è infatti forte il pressing della Spal. In divenire anche la situazione Vignato, con la Sampdoria che preme per assicurarsi le prestazioni della giovane stella gialloblù.

Al neo tecnico Michele Marcolini dunque il compito di guidare la truppa scaligera tra le innumerevoli insidie di questo primo turno di Serie B, nella tana di una delle big del raggruppamento. La sessione di mercato ha innalzato le quotazioni del Grifo, indicato dagli addetti ai lavori come possibile outsider nella lotta al titolo. Fiore all’occhiello della campagna estiva perugina è sicuramente Paolo Fernandes, centrocampista classe 1998 proveniente dalle fila del Manchester City, nelle ultime due stagioni in Olanda al NAC Breda.

I padroni di casa di mister Massimo Oddo confidano di dare seguito al buon momento di forma dopo l’affermazione per 2-1 in Coppa Italia sul Brescia. A dirigere l’incontro sarà Ivano Pezzuto della Sezione di Lecce.