BluVolley, presentato il nuovo centrale Aguenier

Il giovane centrale francese è stato presentato ieri ai tifosi. Soddisfatto il Direttore Generale Marchesi: «È duttile e un gran lavoratore: in allenamento non molla mai».

Tanto entusiasmo e una grande voglia di mettersi alla prova per Jonas Aguenier. Il centrale francese, classe ’92, cresciuto nella Ligue A tra le fila di Nantes, Cannes e Chaumont, e con una passata esperienza in Italia con la Monini di Spoleto, è stato presentato ufficialmente ieri mattina, presso Enoteca Zero 7, dal Direttore Sportivo gialloblù Gian Andrea Marchesi.

«Sono molto contento di essere qui a Verona. La città e la squadra le conoscevo già perché Boyer me ne aveva parlato molto positivamente. – ha detto Aguenier – Così, quando il mio procuratore mi ha chiamato per sapere se potessi allenarmi qui a Verona, ho colto al volo l’occasione. Ho sempre voglia di dare il massimo e di aiutare la squadra. Sono venuto qui anche per ragioni personali perché la mia ragazza è veronese, ma, a parte questo, ho trovato una squadra fortissima e quel che serve per lavorare e crescere».

«Superlega? Ho giocato in A2 e sapevo che avrei trovato una grande differenza tra una categoria e l’altra, in Francia invece c’è più equilibrio. Qui ci sono quattro squadre fortissime, una, Modena, la abbiamo anche battuta, ma la pressione è maggiore con avversari più abbordabili. – spiega il giocatore francese – Oltre a Boyer, che già conoscevo, mi trovo benissimo con il coach, perchè abbiamo la stessa idea di pallavolo, e con il resto del gruppo. Mi piace aiutare i più giovani a crescere e senz’altro mi darò da fare anche in questo senso. Per me la pallavolo non è solo un lavoro, ma una bellissima esperienza di vita. Il comparto dei centrali di Verona è fortissimo, infatti questa stagione sarà un po’ “speciale” per me: spero quasi di non giocare (ride, ndr) perché vorrebbe dire che ci sono stati degli infortuni. Credo che se ti alleni bene, giochi bene, e in allenamento ci metterò tutta l’energia che ho».

Le parole del Direttore Sportivo, Gian Andrea Marchesi: «È davvero un piacere per me presentare oggi Jonas. Il percorso che l’ha portato qui è iniziato questa estate quando mi ha chiamato il suo procuratore, proponendomi, parole sue, “un ragazzo interessante che vorrebbe fare preparazione atletica, in attesa di trovare una squadra”. Quindi ci siamo incontrati ad agosto per valutare il da farsi, e così lo abbiamo incluso nel gruppo. Da allora è rimasto a Verona per scelta personale, scegliendo di abbracciare il progetto BluVolley, pur avendo tutte le carte in regola per poter giocare da titolare in altre squadre, italiane ed estere. Ha sposato il metodo di lavoro di Stoytchev, del gruppo, e le possibilità che ha visto nel progetto di Verona. Non è facile trovare giocatori con questi valori. Jonas entra in un gruppo di centrali in cui trovare spazio è davvero difficile. È un giocatore che in allenamento ci ha aiutati molto sino a qui, perché è duttile e un gran lavoratore: in allenamento non molla mai».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.