BluVolley, niente da fare contro la Lube

3-0 per i marchigiani ieri a Civitanova. I gialloblù sono riusciti a farsi valere solo nel 3° set, quando ormai era troppo tardi.

In una gara a senso unico la Lube passa per 3-0 contro una Calzedonia Verona che solo nel terzo set è sembrata poter fare male alla corazzata marchigiana. Nonostante una gara in crescendo, gli uomini di Stoytchev hanno concesso troppo soprattutto in ricezione, finendo così per cedere il passo ai padroni di casa.

Nel 1° set la Calzedonia Verona scende in campo con Chavers, Zanotti, Cester, Asparuhov, Kluth, Franciskovic e Bonami libero. Buona partenza degli scaligeri che trovano il vantaggio con un gran colpo di Kluth, a cui risponde subito la Lube con l’ace di Juantorena. Il primo tempo fulminante di Simon da il là alla fuga dei padroni di casa che sia portano sul 10-4. Verona soffre un gran turno al servizio di Rychlicki che mette sotto forte pressione la retroguardia veronese e non consente a Franciskovic di impostare. Zanotti mette a segno il suo primo punto assoluto in SuperLega dal centro della rete, ma non basta a fermare l’incedere della Lube. Dopo l’ace di Simon, il tabellone dice 17-6. Continua senza tregua la marcia di Bruno e compagni che fanno valere il differenziale tecnico. La difesa di Verona soffre e gli errori condannano i gialloblù alla sconfitta sul definitivo 25-8.

Nel secondo set Stoytchev si gioca la carta Muagututia per Chavers. Verona cerca di rialzare la testa limitando gli errori e provando ad arginare le bocche da fuoco marchigiane, ma a condurre è sempre le Lube: 8-5 il parziale dopo l’errore di Cester al servizio. I padroni di casa non lasciano margine a Kluth e compagni e l’inconsistenza dei gialloblù sottorete non fa che aumentare il divario con i Campioni d’Italia. Simon centra l’intesa perfetta con Bruno e mette a terra il punto del 20-11. Fa il suo ingresso in campo anche Aguenier per Zanotti, ma la musica non cambia. Il punto del definitivo 25-14 arriva dalle mani di Kovar Jiri.

Al 3° set i primi scambi sono in equilibrio, con Asparuhov efficace da posto 4. Fa il suo ingresso in campo anche Steph Boyer per Kluth e il suo apporto si fa sentire al servizio. 4-6 per i gialloblù che cercano la riscossa. Rychlicki infila un gran colpo da seconda linea su cui Muagututia non può nulla e mantiene i suoi in corsa. Franciskovic vince il confronto a rete con Bieniek su un pallone vagante e porta Verona a + 2. La Lube paga i troppi errori soprattutto al servizio e gli scaligeri ne approfittano con Boyer che mette a terra punti importanti. Bruno salva un pallone ormai perso e dà la carica ai suoi che recuperano e si portano a +2. Juantorena al servizio continua a fare male e trascina la Lube sul 20-17. Asparuhov centra un mani out importante su Rychlicki e mantiene in corsa Verona. I contrattacchi dei gialloblù non passano, complice una gran prova di Simon, onnipresente sottorete. A chiuderla è Kovar Kiri con un missile da posto 4. Il finale è 25-19.

Radostin Stoytchev: «Mentirei se dicessi che il risultato mi ha sorpreso. In questi giorni non siamo riusciti ad allenarci come avremmo voluto causa mezza squadra ammalata, e alcuni ragazzi sono rientrati due giorni fa. Solé e Spirito sono addirittura rimasti in tribuna. L’andamento della gara riflette appieno la nostra preparazione. Non nascondiamo che l’importante stasera era non farsi male in vista delle due partite che veramente contano per il nostro campionato, ovvero quelle in casa con Padova e Vibo Valentia».