Agsm Mastini, si alza il sipario sul 2020

La compagine del Presidente Simone De Martin si è mostrata ufficialmente al pubblico lo scorso sabato, introducendo Verona ad un’annata di football da vivere tutta d’un fiato. De Martin: «Il girone è entusiasmante, i due derby sono un grande stimolo per l’ambiente».

La nave è pronta per solcare nuovamente verso l’orizzonte. Si è presentata ufficialmente lo scorso sabato la stagione 2020 per gli Agsm Mastini Verona, storica rappresentativa del football americano in terra veronese che per l’undicesima stagione si confronterà con il campionato di Seconda Divisione.

Ad impreziosire questa conferenza è stata la presenza di Richard Collins, statunitense di San Francisco, veronese di adozione, ex linebacker a West Point nella squadra di Army. Uno degli snodi più interessanti che ha avuto la mattinata è stato quello legato al recente rimpasto dei gironi, dovuto al forfait in extremis dei West Coast Raiders.

«Pisa ha rinunciato all’ultimo momento, costringendo la Federazione a riformulare i raggruppamenti, utilizzando sempre la logica del ranking – ha spiegato il Presidente scaligero Simone De Martin – una circostanza sopravvenuta, questa, che restituisce a Verona il derby coi Redskins, oltre a quello con Padova. Le altre due avversarie saranno Bologna e Varese, squadre di cui non conosciamo molto in quanto come ogni anno nel nostro sport ogni società tende a mischiare le carte».

Un coaching staff di primissimo livello come propulsore per i sogni veronesi. La dirigenza dei Mastini, per inseguire la Prima Divisione, ha scelto di investire ulteriormente sulla qualità della guida tecnica. «Le mie sensazioni in vista del futuro prossimo sono estremamente positive – prosegue De Martin – in primis perché abbiamo affidato le redini dello spogliatoio ad un gruppo di persone estremamente competente, guidato da un punto di riferimento indiscutibile come coach Bernardi. Il roster è stato potenziato ed in questo senso proprio ieri abbiamo siglato l’accordo con un grande profilo proveniente dall’A1: a breve sveleremo dunque il nome di un giocatore che può farci fare il salto di qualità. Il 23 febbraio è in programma il test match contro Parma – compagine che parteciperà al massimo campionato nazionale – un ottimo banco di prova in vista del “via” ufficiale ai giochi».

La nostra provincia con la promozione dei Redskins si sta imponendo sempre più come culla del «football» in ambito regionale (e non solo). «Due squadre di livello a Verona conferiscono luce al movimento – chiude il patron – il derby inoltre sarà una grande cassa di risonanza per tutta la nostra disciplina: non vediamo l’ora che si aprano le danze».