Adigemarathon, secondo il k2 azzurro

Dopo un epico duello vince il duo ceco Mojzisek-Zavrel.

Sulla 16esima edizione dell’Adigemarathon ha sventolato la bandiera ceca, ma che Italia in una giornata iniziata con la foschia alla partenza da Borghetto d’Avio e finita col sole a Pescantina dopo 35 chilometri di pura adrenalina.

Allo sprint di Pescantina, dopo un epico duello, il K2 olimpico senior ceco Mojzisek/Zavrel dell’Usk Praga ha tagliato il traguardo in 2 ore 3 minuti e 3 secondi con appena un secondo di vantaggio sul K2 olimpico senior del Cus Milano dei campioni italiani Under 23 Giulio Bernocchi e Stefano Angrisani.

«Abbiamo ripreso i cechi dopo 15 chilometri» hanno raccontato nel dopo gara Angrisani e Bernocchi «a 3 chilometri dall’arrivo eravamo davanti fino ai 300 metri quando ci siamo toccati e non siamo riusciti a riprenderli».

«È stata una bellissima medaglia d’argento per i nostri ragazzi al termine di una prestazione straordinaria» ha sintetizzato il presidente della Fick Luciano Buonfiglio che si è complimentato col Canoa Club Pescantina del presidente Vladi Panato che ha organizzato l’Adigemarathon col Cc Borghetto d’Avio ed il fondamentale supporto dei Comuni veronesi di Dolcè e Pescantina.

Complessivamente, fra canoisti agonisti, amatoriali e appassionati di rafting partiti dall’Isola di Dolcè, i partecipanti sono stati 1384, confermando la manifestazione come la più imponente festa della canoa italiana.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.