Olimpiadi 2026, il Cio chiede chiarimenti a Stoccolma su garanzie

Stando al Cio, ci sarebbero alcuni dubbi sul mancato impegno di alcune istituzioni di Stoccolma, che potrebbero mettere a rischio la copertura finanziaria del villaggio olimpico.

Una richiesta di chiarimenti sulla garanzie finanziarie di Stoccolma: è questa, apprende l’Ansa, la domanda fatta dal Cio alla candidatura svedese per le Olimpiadi invernali 2026, a pochi giorni dall’assegnazione dei Giochi. A Losanna è rush finale tra Milano-Cortina e Stoccolma-Aare: la decisione lunedì prossimo.

E mentre le ‘diplomazie’ sono al lavoro per conquistare voti, nuovi dubbi emergono sul dossier di Stoccolma. La commissione di valutazione del Cio, nel report sulla candidatura di Stoccolma-Are, aveva sottolineato il 24 maggio scorso che «il comune di Stoccolma ha deciso di non firmare il contratto come città ospitante, dichiarando di poter affittare le strutture sportive necessarie per i Giochi e di poter assicurare i servizi pubblici. Il contratto sarebbe dunque firmato dal comune di Are e dal Comitato olimpico svedese». Ora i dubbi rappresentati dal Cio a Stoccolma riguardano il mancato impegno di alcune istituzioni, che potrebbe mettere a rischio la copertura finanziaria del villaggio olimpico. (Ansa)