Alpinismo, nuovo record di velocità per Francois Cazzanelli

L’alpinista valdostano membro del team Salewa ha raggiunto la vetta del Manaslu - ottava vetta del pianeta - e fatto ritorno in sole 17 ore e 43 minuti, superando di 3 ore e 31 minuti il precedente record.

Francois Cazzanelli scalatore alpinismo

Buone notizie dal Nepal. Il 26 settembre 2019, il ventinovenne alpinista valdostano Francois Franz Cazzanelli ha raggiunto la vetta del Manaslu e fatto ritorno al campo base in 17 ore e 43 minuti.

Con i suoi 8.163 metri di altezza, il Manaslu è l’ottava montagna più alta al mondo – in sanscrito il suo nome significa Montagna dello Spirito. Fino a pochi giorni fa questo record era detenuto dall’alpinista polacco Andrzej Leszek Bargiel, che nel 2014 era riuscito a completare il percorso in 21 ore e 41 minuti. L’atleta Salewa Francois Cazzanelli è riuscito a completare il dislivello dai 4.900 metri del campo base fino alla vetta con una prestazione eccezionale che ha abbassato il tempo di ben 3 ore e 31 minuti.

Secondo il racconto di Francois Cazzanelli la sezione più impegnativa è stata quella tra Campo 3 (6.800 metri) e Campo 4 (7.400 metri) quando le condizioni meteorologiche inclementi e il vento forte hanno rallentato l’ascesa nascondendo la traccia. La salita dal campo base alla cima ha una svolgimento di circa 44 chilometri e un dislivello di 3.280 metri, che Cazzanelli ha percorso in 13 ore, prima di concedersi una sosta di venti minuti in vetta e ridiscendere a valle: «Gli ultimi cento metri sono stati molto duri – spiega Cazzanelli dopo la sua ascensione – Ero stanco e le mie energie erano ridotte a zero. Quando ho raggiunto la vetta ero completamente sopraffatto e felice della mia prestazione».

Nel 2018, Cazzanelli ha raggiunto la cima del Lhotse (8.816 metri) senza ossigeno. L’alpinista valdostano si è conquistato una reputazione grazie alle numerose salite su montagne difficili e tecniche. Nel luglio di quest’anno, insieme all’atleta Dynafit Andreas Steindl ha stabilito il tempo record di percorrenza della Cresta Integrale del Peutérey nel massiccio del Monte Bianco.