Italia, vittoria record: 9-1 sull’Armenia

Vittoria record per l'Italia di Roberto Mancini che ha ottenuto l'undicesimo successo consecutivo travolgendo l'Armenia per 9-1.

italia vittoria record armenia

Vittoria record per l’Italia di Roberto Mancini che ha ottenuto l’undicesimo successo consecutivo travolgendo l’Armenia per 9-1 in una partita del girone J delle qualificazioni europee, giocata al ‘Barbera’ di Palermo. Nella sua storia l’Italia aveva segnato 9 gol in un singolo match soltanto in altre due occasioni, nel 1920 contro la Francia (9-4) e nel 1948 con gli Usa.

Il commento di Roberto Mancini

«È stata una bella serata, abbiamo fatto tanti gol e non si fanno a caso nelle partite internazionali, i ragazzi hanno messo tutto quello che dovevano mettere». Il commissario tecnico azzurro Roberto Mancini, commenta così il 9-1 all’Armenia nell’ultima partita di qualificazione a Euro 2020. «Ho messo ragazzi giovani che stanno migliorando – ha aggiunto – le qualità le hanno è solo questione di tempo. Il sorteggio? Godiamoci queste dieci partite vinte, non era mai successo ed è una cosa straordinaria. Abbiamo sei mesi per preparare l’Europeo, ci sono cose da preparare e la difficoltà sarà lasciare fuori dai ventitré chi magari se lo meriterebbe».

Il commento di Gabriele Gravina

«È una nazionale che questa sera ha avuto modo di chiudere in bellezza un percorso straordinario, continuando a dettare in ciascuno di noi i ritmi di un entusiasmo davvero molto bello». Intervistato da RaiSport subito dopo la fine di Italia-Armenia, il presidente della Figc Gabriele Gravina fa i complimenti alla nazionale di Mancini.

«È un’annata speciale, un 2019 da incorniciare», aggiunge Gravina. A fine mese ci sarà il sorteggio dei gironi di Euro 2020: ora l’Italia può essere considerata una delle favorite? «È una squadra che ha mostrato tutto il suo valore – risponde Gravina -, anche cambiando tantissimi ragazzi e lanciandone molti. Di questa Nazionale colpisce che tutti coloro che sono chiamati rispondono con entusiasmo e voglia di dimostrare che sono bravi. Il 30 novembre a Bucarest conosceremo i nostri avversari, poi il 12 giugno a Roma giocheremo la partita inaugurale. Nel frattempo creeremo le condizioni affinché ci siano dei test impegnativi, perché è giusto soddisfare le esigenze di Mancini».

Il commento di Ciro Immobile

«Sono contento, per me, i compagni, il mister e il suo staff. Abbiamo fatto un percorso netto e ci siamo divertiti, ringraziamo il pubblico di Palermo che ci ha dato una spinta in più e speriamo sia così anche all’Europeo. La curiosità di sapere i gironi ci sarà, saremo tutti davanti alla tv. Sappiamo qual è la nostra forza, siamo un gruppo bellissimo». Così Ciro Immobile, intervistato da RaiSport dopo Italia-Armenia.

Ora qual è l’obiettivo degli azzurri a Euro 2020? «Ci sono le componenti per fare bene, dobbiamo lavorare con i piedi per terra ma siamo contenti – risponde -. Spero di vincere qualcosa, perché questa squadra lo merita. Ringrazio il ct dell’opportunità, stare qui è magnifico e sono riuscito anche a sbloccarmi in nazionale: ci tenevo tanto».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.