Gp d’Olanda, caduti tre piloti nelle prove libere

Il pilota spagnolo Jorge Lorenzo è stato portato via in ambulanza per precauzione. Illeso il pilota Ducati Danilo Petrucci. Dolorante alla gamba Aleix Espargarò.

motogp piloti caduti

È stato portato via in ambulanza il pilota spagnolo Jorge Lorenzo caduto alla curva 7 del circuito di Assen nei minuti finali della prima sessione di prove libere, in vista del gp d’Olanda che si correrà domenica.

Lo spagnolo della Honda ha preso un duro colpo alla schiena, e per precauzione è stato portato in ospedale. Pochi minuti prima era finito sull’asfalto, a oltre 200 kmh, Danilo Petrucci. Il pilota italiano della Ducati è uscito alla curva 14 e la sua moto si è schiantata. Il giovane ternano è tornato ai box e nel giro di un paio di minuti è rientrato nuovamente in pista.

Un altro incidente ha avuto per protagonista Aleix Espargarò, in sella ad una Aprilia e reduce dall’infortunio a Barcellona. Lo spagnolo è caduto alla curva 5, anche lui si è rialzato subito benchè dolorante alla gamba sinistra e si è diretto ai box.

Maverick Vinales ha ottenuto il miglior tempo al termine della seconda sessione di libere sulla pista di Assen. Con il tempo di 1’32″638 il pilota Yamaha è arrivato ad appena 11 millesimi dal record assoluto della pista che Valentino Rossi stabilì nel 2015. Ma ha abbassato di quasi un secondo il record in gara di Marc Marquez, sempre del 2015. Secondo tempo per la Yamaha clienti di Fabio Quartararo (+0.180 millesimi). Terzo Danilo Petrucci (Ducati, +0.314). Andrea Dovizioso con la seconda Ducati ufficiale, Alex Rins con la Suzuki ed Andrea Iannone con l’Aprilia hanno preceduto Marc Marquez, settimo, staccato di 0.775 millesimi. Ottavo tempo per Joan Mir, nono per Rossi (+0.879). La Honda di Cal Crutchlow chiude la top ten, con un ritardo di 1″089.

AGGIORNAMENTO ORE 16

Frattura “stabile” della sesta vertebra. È il risultato della tac cui è stato sottoposto Jorge Lorenzo, che quindi non potrà correre il gran premio d’Olanda. Ma certamente il pilota della Honda, caduto ad alta velocità durante la FP1, non sarà in pista nemmeno in Germania, per la gara di domenica 7 luglio. «La frattura è stabile, ma è un tipo di lesione che merita attenzione – ha detto a SkySport Angel Charte, medico del MotoGP – Lorenzo sarà visitato a Barcellona. Il recupero? Non sarà in tempi brevi, ma al momento non si può essere più precisi». Dopo la gara del Sachsenring ci sarà una sosta del motomondiale, che riprenderà il 4 agosto in Repubblica ceca. (Ansa)