Accordo con la Uefa, Milan fuori dall’Europa

Raggiunto il "consent award" sulle violazioni al fair play finanziario.

Milan fuori dall'Europa

Il Milan è escluso dalla partecipazione all’Europa League nella stagione 2019-2020 per le violazioni al fair play finanziario nei periodi di monitoraggio 2015-18 e 2016-18. È quanto stabilito nel consent award raggiunto dal club rossonero con la Uefa davanti al Tas il 24 giugno.

«Pur nella profonda amarezza per il fatto che i nostri tifosi non potranno seguire la propria squadra nella prossima Europa League, il club riconosce e rispetta il Financial Fair Play. AC Milan prende atto che non c’è altra via che accettare le sanzioni per poter intraprendere un percorso di ritorno al pieno rispetto delle regole». Lo afferma il Milan in una nota.

La Roma sarà promossa direttamente ai gironi di Europa League al posto del Milan e il Torino entrerà nella competizione dai preliminari, al posto dei giallorossi. Manca ancora l’ufficialità ma, come confermano in ambienti Uefa, è quello che succederà alla luce dell’accordo raggiunto dal Milan con la Uefa davanti al Tas, che prevede l’esclusione per la prossima stagione dalla coppe europee per i rossoneri, qualificati quarti nello scorso campionato, davanti appunto a Roma e Torino.

Come si legge nel consent award, il Tas era tenuto a pubblicare l’accordo, raggiunto fra il 24 e il 25 giugno fra Milan e Uefa, non oltre la data di oggi, per consentire certezza sull’identità dei club partecipanti alle competizioni europee 2019-2020. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.