Seconda vittoria consecutiva per Scaligera Basket contro Urania Milano

Nella sedicesima giornata di campionato, Scaligera Basket si impone su Urania Milano con il punteggio di 93 a 80. «Veramente una partita tosta dall’inizio alla fine. Sono stati 40 minuti di grande intensità; sicuramente siamo soddisfatti della vittoria» ha commentato Coach Diana.

La Tezenis Verona vince la seconda gara consecutiva confermando i progressi visti contro Orzinuovi. Nella 16esima giornata di campionato i gialloblù hanno battuto all’AGSM Forum l’Urania Milano con il punteggio di 93-80. I gialloblù hanno iniziato a prendere il largo nei minuti precedenti l’intervallo, chiudendo sul +5 al riposo lungo. Poi un crescendo costante che ha dato forza alla prestazione corale dei gialloblù fino al +13 finale.

«Veramente una partita tosta dall’inizio alla fine. Sono stati 40 minuti di grande intensità; sicuramente siamo soddisfatti della vittoria» ha commentato Coach Diana. «Era quello che volevamo confermando la vittoria di Orzinuovi e soprattutto sfruttando l’occasione di portarci sul 2 a 0 negli scontri diretti contro Urania Milano. Quindi faccio i complimenti alla mia squadra per l’approccio che ha avuto all’incontro».

«Eravamo carichi fin da subito e ci siamo trovati di fronte una squadra che sicuramente ha giocato una partita più dura rispetto a quella dell’andata. Ci aspettavamo questo tipo di difesa, più aggressiva e con molti contatti fisici; siamo stati comunque bravi a trovare dei vantaggi» prosegue. «Chiaramente, se uno legge solamente le statistiche, abbiamo ancora abusato del tiro da tre punti perché i tiri 3 punti sono più o meno come quelli da 2 punti. Dalla lunga distanza 13 su 30 mentre da due 17/32. C’è un dato statistico che vorrei far notare: i 24 assist di squadra».

«Di questi 24 ci sono anche cinque assist di Candussi e 4 assist di Bobby Jones, questo vuol dire aver messo la palla vicino a canestro e aver punito gli aiuti di Milano, squadra brava collassare in area ma che ci ha permesso di farci trovare pronti sul perimetro per punirli con il tiro» continua. «Altro aspetto importante è la lucidità che abbiamo mantenuto nei 40 minuti con il gap che abbiamo creato a fine secondo quarto. È stato poi importante per noi consolidarlo nel terzo periodo così da amministrare il vantaggio fino alla fine. Siamo molto soddisfatti poiché abbiamo concluso il mese di gennaio con 5 vittorie e una sola sconfitta».

LEGGI ANCHE Sconfitta contro la Roma, Juric: «Impariamo e andiamo avanti»

«Quindi direi che il trend intrapreso è molto buono, però guai a girarsi indietro perché mercoledì abbiamo subito una super sfida a Torino, che tra le altre cose ha perso in casa» afferma. «Non c’è tempo di rilassarsi ma dobbiamo andare avanti a testa bassa e lavorare, preparando al meglio la prossima partita».

«Infine, un altro aspetto positivo sul quale vorrei soffermarmi riguarda i miei assistenti perché giocando ogni tre giorni trascorrono mattina, sera e notte, analizzando video e aiutandomi a preparare la partita dandomi maggiori informazioni possibili. Stefano Comazzi e Michele Dall’Ora sicuramente meritano un bel complimento per il lavoro che stanno facendo. È un gruppo che sta crescendo, ci auguriamo di recuperare in fretta Guido Rosselli e Giovanni Pini piano piano entrerà completamente in condizione, ora però testa bassa e andare avanti lavorando tutti insieme sulla stessa strada» conclude.

Prossima partita in programma mercoledì 3 Febbraio al Pala Gianni Asti contro Reale Mutua Torino, alle ore 19:00.

La partita

La Tezenis vista contro Milano è condivisione, 24 assist di squadra, precisione, 53% da due punti e 43% da tre punti, e forza, 34 rimbalzi totali. 5 i giocatori in doppia cifra: 19 Severini, 18 Candussi, 17 Tomassini, 13 Greene e 11 Jones.

Un solo punto nei primi 60 secondi. È il libero di Bobby Jones nei primi secondi del match, poi bisogna aspettare per il tiro a cronometro fermo di Langstone che pareggia sull’1 a 1.

Greene è già gravato di due falli dopo due minuti e mezzo con Milano che si porta sul 3-6. Benevelli realizza due dei tre liberi e l’Urania allunga sul +5 (5-10). La Tezenis alza l’intensità difensiva e con Candussi prima e Jones da tre punti trova il pareggio (10-10). Pini mette 4 punti consecutivi e riporta avanti la Tezenis (18-16) con il primo quarto che si chiude in parità sul 20-20.

Il ritmo si alza già dai primi minuti del secondo quarto. L’Urania si prende un piccolo vantaggio, mette 3 punti di distacco (26-29) che aumentano dopo il canestro di Langston (26-31). Greene trova due soluzioni ravvicinate, intervallate dal canestro di Raspino (35-38) e dopo l’errore di Benevelli, Candussi mette i due punti che valgono il 37-38.

Due difese aggressive mettono in difficoltà l’Urania, Verona macina punti con Severini e Caroti mentre Raspino fa solo 1 su 3 dalla lunetta e i gialloblù rimangono avanti sul 42-39. All’ultimo secondo arriva il canestro di Candussi che imbeccato perfettamente da Caroti fissa il punteggio sul 44-39.

È un inizio di secondo tempo a tinte gialloblù. Candussi trova canestri a ripetizione, dopo quasi quattro minuti di gioco la Tezenis viaggia sul +9 (54-45). Severini porta i gialloblù sul +11 (56-45) trovando spazio in area e costringendo coach Villa al time out.

La Tezenis macina gioco di qualità e consistenza in entrambe le metà campo, confermando il vantaggio in doppia cifra anche nei minuti successivi. All’inizio dell’ultimo giro di lancette, Verona è avanti 68-55 dopo i due liberi di Severini mentre Milano produce punti solamente con i liberi di Piunti. Si chiude sul 70-61.

Grande agonismo in apertura di ultimo quarto. La gara si accende sempre più, Milano prova a riavvicinarsi (76-68) ma ci pensano Greene e Tomassini a ristabilire subito le distanze (81-78). L’Urania spara le ultime cartucce, Verona trova canestri decisivi con Tomassini e Janelidze, entrambi da tre, che valgono l’88-76.

Sul fallo di Montano la mano di Greene firma i due liberi finali che fissano il punteggio 93-80. Ora testa a Febbraio, mese carico di incontri ravvicinati. A partire già da mercoledì, quando i gialloblù affronteranno fuori casa la Reale Mutua Torino per il recupero della tredicesima giornata. Palla a due fissato alle ore 19:00.

Tabellini

Tezenis Verona – Urania Milano 93-80 (20-20, 24-19, 26-22, 23-19)

Tezenis Verona: Giovanni Severini 19 (5/7, 2/5), Francesco Candussi 18 (6/12, 2/3), Giovanni Tomassini 17 (1/3, 4/4), Phil Greene iv 13 (2/4, 1/4), Bobby ray Jones 11 (1/2, 1/3), Giovanni Pini 7 (2/3, 1/1), Lorenzo Caroti 5 (0/0, 1/8), Giga Janelidze 3 (0/0, 1/1), Andrea Colussa 0 (0/1, 0/1), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 20 / 23 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Giovanni Severini 8) – Assist: 24 (Giovanni Tomassini 6)

Urania Milano: Nik Raivio 15 (5/7, 0/1), Wayne Langston 13 (5/11, 0/0), Stefano Bossi 13 (4/6, 1/3), Tommaso Raspino 12 (4/6, 1/3), Giorgio Piunti 10 (3/4, 0/0), Matteo Montano 9 (3/5, 0/0), Andrea Benevelli 6 (2/4, 0/3), Matteo Franco 2 (1/2, 0/0), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/0), Simone Valsecchi 0 (0/0, 0/0), Daniele Pesenato 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 20 / 28 – Rimbalzi: 24 4 + 20 (Nik Raivio 10) – Assist: 11 (Stefano Bossi 3)