Scaligera Basket, stasera in campo contro Lux

Tezenis Verona impegnata questa sera a Chieti. Appuntamento alle 19 contro la Lux per la seconda giornata del girone giallo.

Ieri mattina i gialloblù hanno iniziato il loro viaggio in pullman per il trasferimento a Chieti dove stasera alle 19 saranno impegnati contro la Lux per la seconda giornata del girone giallo.

«Giochiamo contro una squadra che è entrata in questo girone, probabilmente, neanche aspettandoselo all’inizio – ha commentato coach Ramagli – e quindi le modalità possono essere due: o ti senti appagato oppure decidi di giocare al 100% e provare a fare un’impresa per raggiungere una posizione importante all’interno della griglia del playoff».

«Mi sembra che il modo che Chieti ha scelto è assolutamente il secondo, visto le modalità della partita di Milano, dove ha perso veramente in volata conducendo per lunghi tratti la partita. È una squadra molto pericolosa e proprio per questo motivo ha la testa leggera e quindi la palla pesa di meno nelle mani; è una squadra che sta giocando molto bene, che con il nuovo allenatore ha un record vincente che li ha portati meritatamente in questa parte del tabellone e quindi sarà una partita durissima, complicatissima che dovremo affrontare con la massima concentrazione» prosegue.

LEGGI ANCHE Aspettando la Giulietta e Romeo Half Marathon

Sulla composizione della squadra, Ramagli ha proseguito: «Chieti ha un playmaker alto, Williams, che quindi può creare dei problemi di accoppiamento. Una coppia di esterni italiani, magari meno conosciuti ma sicuramente desiderosi di mettersi in mostra come Guglielmo Sodero e Matteo Graziani, una coppia di lunghi molto affidabile composta da Davide Bozzetto, ex dell’incontro, e Paulius Sorokas che è a tutti gli effetti uno dei giocatori più prolifici di questo campionato».

«In panchina tanti giocatori con la voglia di mettersi in mostra: Alessandro Piazza sicuramente rappresenta il gestore dei ritmi e credo che pian piano ritornerà ad avere il giusto ritmo nelle sue mani dopo le problematiche legate al Covid. Poi Davide Meluzzi che è un po’ una scoperta ma che sta facendo molto bene; i lunghi hanno impatto fisico: uno con l’atletismo di Francesco Insegno e l’altro invece con più con la stazza che è Arnold Mitt» prosegue.

«È una squadra ben assortita che ha perso il suo giocatore principale, non sappiamo per quanto tempo, e si sta parlando di Marco Santiangeli» conclude. «Quindi sta compensando con l’entusiasmo del momento e con il desiderio di mettersi in mostra di questi giocatori per raggiungere un posizionamento importante all’interno della griglia playoff e credo anche meritatamente».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM