Scaligera Basket, la fase a orologio inizia con una vittoria su Treviglio

Un 2022 quasi perfetto per la Scaligera Basket, che inizia anche la fase a orologio nel migliore dei modi. Vittoria per 77-70 contro Treviglio.

Scaligera Basket-Treviglio

Scaligera Basket-Treviglio 77-70

La Tezenis Verona apre con una vittoria la fase ad orologio. Vince 77-70 contro la Gruppo Mascio Treviglio conservando i tre punti di vantaggio su Ravenna in classifica e acquisisce matematicamente l’arrivo in una delle prime tre posizioni allo start dei playoff.

La Tezenis prova a scappare più volte durante il match, a Treviglio va il merito di essere rientrata in partita più volte come successo anche nell’ultimo quarto, quando dal -10 i lombardi tornano fino al -3.

Nel finale Verona è lucida, una tripla di Anderson e i viaggi in lunetta sono decisivi per la conquista dei primi due punti della fase ad orologio. La Tezenis chiude con tre uomini in doppia cifra: Anderson 18, Udom 16 e Johnson 14.

LEGGI ANCHE: Paternoster (Lega): «Da studiare le ragioni del disastro annunciato»

Il commento di Coach Ramagli

Coach Ramagli, al termine della gara ha commentato: «Era una partita complessa per interpretazione perché contro una squadra che tira tanto da tre punti hai la tentazione di occuparti tanto di quello e di proteggere meno l’area che è, invece, una cosa che ci identifica in modo significativo. Abbiamo lasciato qualcosa di troppo, secondo me soprattutto nel primo tempo, lasciando delle penetrazioni su collaborazioni che onestamente non avremmo dovuto lasciare».

«La partita era complicata, l’avete vista. Contro una squadra che ha usato tante difese e difese miste. Questo spezza un po’ il ritmo del gioco ma alla fine abbiamo tenuto in mano la gara per 33 minuti su 40 quindi credo che i meriti siano stati evidenti. Soprattutto a livello statistico anche il controllo dei rimbalzi, il fatto di aver limitato le palle perse, il fatto di aver fatto più assist che palle perse e di aver distribuito i minuti ancora una volta con tanta energia da parte della panchina che è stata molto significativa sia nella prima metà che nella seconda metà».

«È chiaro che non è stata una partita ordinata però partite come queste, dove ci sono tanti accorgimenti tattici, un po’ la pulizia del gioco ne va a discapito però la vittoria è meritata e matematicamente ci tiene nelle prime tre posizioni in uno dei tabelloni playoff. Ora abbiamo altre tre gare che dovremo affrontare con lo stesso atteggiamento cercando di crescere e di vincerne il più possibile».

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Il tabellino

Tezenis Verona – Gruppo Mascio Treviglio 77-70 (20-20, 22-18, 18-14, 17-18)
Tezenis Verona
: Karvel Anderson 18 (2/3, 3/6), Liam Udom 16 (2/4, 3/4), Xavier Johnson 14 (6/10, 0/2), Lorenzo Caroti 8 (1/2, 2/7), Giovanni Pini 6 (2/4, 0/0), Sasha mattias Grant 6 (2/2, 0/2), Francesco Candussi 4 (0/3, 1/2), Marco Spanghero 3 (0/1, 1/3), Davide Casarin 2 (1/2, 0/1), Guido Rosselli 0 (0/0, 0/0), Nikola Nonkovic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Xavier Johnson 8) – Assist: 17 (Guido Rosselli 6)
Gruppo Mascio Treviglio: Wayne Langston 16 (7/13, 0/0), Lamarshall Corbett 15 (4/5, 2/5), Federico Miaschi 10 (1/5, 2/7), Ursulo D’almeida 8 (2/6, 0/0), Soma Abati toure 8 (4/5, 0/0), Brian Sacchetti 7 (3/4, 0/1), Matteo Bogliardi 6 (3/3, 0/2), Yancarlos Rodriguez 0 (0/1, 0/4), Andrea Guerci 0 (0/0, 0/0), Alessandro Amboni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 18 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Wayne Langston 8) – Assist: 14 (Lamarshall Corbett, Yancarlos Rodriguez 5)

LEGGI ANCHE: Tommasi: «Tocca a noi ora amministrare coi fatti»

La cronaca

Con il canestro di Langston si apre la gara al primo possesso utile di Treviglio; l’americano colpisce poco dopo (0-4) mentre Verona risponde con Anderson e Johnson tornando subito avanti (5-4). Proprio Langston e Johnson sono protagonisti nei primi cinque minuti (8 punti Langston, 7 Johnson) nel testa a testa fino al 10 a 8. La Tezenis prova il primo allungo, lo confeziona la coppia USA con Anderson che mette la tripla del 17-12; Treviglio recupera nel finale e proprio in chiusura del primo quarto torna in parità. I primi 10 minuti finiscono 20-20.

Tre triple dei gialloblù infiammano l’inizio del secondo quarto. Due volte Udom, una volta Spangero e la Tezenis torna sul +6 (29-23) dopo tre minuti e mezzo di gioco. Verona alza la pressione difensiva e le due conclusioni errate di Treviglio si trasformano in canestri per Grant e Udom (33-23). Carrea chiama time out, si torna in campo e Johnson firma il massimo vantaggio sul 35-23. Treviglio, con il passare dei minuti, ritrova lucidità offensiva e soprattutto riesce a limitare il gioco dei gialloblù. Mentre la Tezenis trova punti solamente dalla lunetta con Anderson, Treviglio accorcia con Corbett, Miaschi e Bogliardi riaprendo il match. Coach Ramagli chiama time out sul 42-38, si rientra in campo ma non c’è più tempo. Si chiude il primo tempo.

CALCIO: TUTTI I RISULTATI IN TEMPO REALE, DALLA SERIE A AI DILETTANTI

Sacchetti – Caroti, è subito botta e risposta in apertura di secondo tempo (45-40). Anderson si inventa il canestro del +7 (47-40) nel momento in cui sono le due difese a comandare. Il tecnico fischiato a Sacchetti regala un libero, realizzato, e possesso. Pini appoggia il nuovo +10 (50-40). Treviglio si sblocca con Corbett (52-43) e dopo lo sfondamento fischiato a Johnson Langston si costruisce un gioco da tre punti (52-46). La Tezenis trova punti con Udom e dopo i due liberi torna sul +9 (57-48); la sua tripla infiamma l’AGSM Forum, vale il +12 sul 60-48. Il terzo quarto si chiude sul 60-52.

Verona mantiene saldamente il vantaggio in apertura di ultimo quarto. Il tap-in di Grant vale il il 68-58 con coach Carrea costretto al time out a 6 minuti dalla fine. Langston dà energia a Treviglio, mette punti preziosi e si costruisce un gioco da 3 punti che per l’ennesima volta riporta sotto gli ospiti (68-63). D’Almeida accorcia ancora (68-65) poi la difesa di Treviglio costringe Verona all’infrazione del 24’’. Dall’altra parte del campo è la Tezenis a costringere Treviglio alla stessa infrazione. Anderson colpisce da tre punti (71-65), a 47’’ dalla sirena, Corbett mette solamente un libero (73-68) mentre il viaggio in lunetta di Pini ne frutta due (77-68). Gli ultimi giochi finali non cambiano l’andamento, vince Verona. Si chiude sul 77-70.

LEGGI ANCHE: Damiano Tommasi, la partita perfetta

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv