Rana Verona combatte, ma Piacenza la spunta al tie break

Verona strappa un punto al termine di una sfida dai capovolgimenti di fronte continui e salendo a quota 4 nel girone dei Play Off 5° Posto. Mercoledì un’altra trasferta impegnativa, in casa della Lube Civitanova.

Rana Verona Volley
New call-to-action

Quasi due ore e mezza di grande pallavolo al PalaBanca, dove Rana Verona dà battaglia contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza, strappando un punto al termine di una sfida dai capovolgimenti di fronte continui e salendo a quota quattro nel girone dei Play Off 5° Posto. Sotto nel punteggio dopo il primo set, gli scaligeri non si disuniscono, mettono ordine e riescono a ribaltare la situazione con una reazione feroce. Gli avversari, però, tornano ad alzare il livello, pareggiano i conti, prima di avere la meglio nel quinto parziale. Bottino sostanzioso per Keita, best scorer del confronto con 29 punti totali, di cui 28 solo in attacco, mentre una menzione d’onore la merita D’Amico, leader della seconda linea. Quattro muri vincenti, invece, per Sani, partito titolare. Ora si volta subito pagina, perché mercoledì sera arriva un’altra trasferta impegnativa in casa della Lube Civitanova.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

La partita

Nel sestetto di partenza, Coach Stoytchev conferma Spirito in cabina di regia, con Keita a completare la diagonale come opposto. In banda Sani affianca Dzavoronok, mentre al centro ci sono Mosca e Grozdanov, con D’Amico come libero. 

La sfida entra subito nel vivo con un lungo scambio, che viene concluso da Romanò. I padroni di casa provano l’immediato allungo con il muro di Ricci (3-0). Una difesa prodigiosa di D’Amico nei tre metri permette a Keita di sfondare il muro avversario, poi due errori in attacco degli emiliani portano al sorpasso (3-4). Keita passa ancora due volte da posto due per il 5-7. Poi Brizard entra in serie al servizio e rimette la sfida in equilibrio, con Piacenza che trova continuità nel gioco. Nella fase centrale del parziale le due squadre rispondono colpo su colpo, ma Simon infila muro e attacco che lanciano i biancorossi sul 19-15. Lucarelli mantiene le distanze con un ace, poi Mosca gioca bene con le mani avversarie. Romanò incrocia per il primo set point, che lo stesso centrale marchigiano annulla con una palla morbida (24-20), ma l’errore dai nove metri di Sani consegna la prima frazione ai locali. 

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Al rientro in campo, Keita sfrutta al meglio l’invito di Spirito, che premia per tre volte il primo tempo di Grozdanov, bravo a mettere a terra in tutti i casi il punto (4-5). Sani riesce a farsi valere anche a muro, Keita incrocia, Lucarelli fa lo stesso e Romanò sigla il momentaneo pari, ma con il lungolinea dell’opposto maliano Verona torna sopra di due (7-9). Piacenza prova a recuperare terreno, ma Grozdanov alza la voce, Dzavoronok mette pressione alla ricezione di casa e inanella due ace consecutivi che incrementano il vantaggio (10-15). Romanò prova a scuotere i suoni, ma Sani usa l’astuzia con un tocco morbido, aumentando poi il distacco con due monster block (13-20). Mosca punge dal centro, Simon risponde con la stessa moneta. Grozdanov è ancora incisivo sottorete e consegna ai suoi sei set ball. La squadra di Anastasi non si abbatte, ne annulla e con il mani-out di Romanò torna a meno uno, ma ci pensa Keita a mettere il sigillo sulla frazione (23-25). 

Il terzo set prende il via con il monster block stampato da Sani, poi Keita e Dzavoronok alzano di nuovo i giri dei rispettivi motori in fase offensiva e Verona si porta sul 3-4. Verona contiene bene in copertura i tentativi avversari, D’Amico palleggia e Dzavoronok capitalizza per il 4-6. Gli scaligeri cercano di prendere il largo, ma l’ingresso di Leal e il muro di Ricci tengono aggrappati i biancorossi al punteggio (7-8). Brizard sceglie la battuta corta e trova l’ace, Simon blocca Keita e lo stesso fa Leal, spedendo i suoi sul 15-11. Gli ospiti reagiscono prontamente: in caduta Keita incrocia e Spirito pilota il muro del 15-15 in buca d’angolo. D’Amico compie un’altra prodezza in difesa, che porta il numero 9 al punto del sorpasso (16-17). I ragazzi di Stoytchev trovano il break con un buon turno al servizio di Spirito, poi con l’errore di Leal salgono sul 18-21. Piacenza prova a recuperare terreno con la premiata ditta Simon-Leal, che riducono il gap, Romanò pareggia e Lucarelli infila l’ace del sorpasso e set point (24-23). Verona resista e porta la contesa ai vantaggi, dove torna sopra col muro di Keita, bravo a chiudere con un grande mani-out (25-27). 

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo

I padroni di casa partono meglio nel quarto parziale, gli ospiti rispondono, ma Romanò piazza l’ace del 5 a 2. Keita trova il varco giusto, ma Simon è efficacie a muro, mandando i suoi sul 7-4. Zingel si fa valere al centro con un primo tempo che ridà slancio a Verona, così come la palla morbida di Dzavoronok (10-7). Il nastro assiste Romanò dai nove metri e Piacenza si porta sul 13-8. Buona serie al servizio di Recine che crea qualche difficoltà alla ricezione scaligera, poi Simon sfrutta una free ball, staccando nettamente gli ospiti (17-10). Il vantaggio per la compagine locale si incrementa, con il primo tempo di Zingel e l’ace di Sani che provano a tenere a galla Verona (20-13). Piacenza non si scompone e con il muro di Recine chiude virtualmente la frazione (23-14). Amin blocca proprio il figlio d’arte, che dopo pone fine al set con un altro muro (25-16). 

Botta e risposta infinito nel primo scambio del tie-break, che Lucarelli chiude. Keita elude le mani avversarie e firma il lungolinea del pari. Spirito sorprende la difesa locale con un tocco di seconda intenzione dopo l’attacco in di Recine. Romanò è letale al servizio e con la complicità di Simon sottorete garantisce un break importante alla sua squadra (7-3) e al cambio campo, Brizard e compagni mantengono i quattro di vantaggio. A due mani Sani accorcia, Simon buca il taraflex e Keita va di mani-out (9-7). Brizard timbra due ace di fila e il punteggio va sul 13-7. Keita manda fuori un attacco da posto due e il sipario cala sulla vittoria degli emiliani. 

LEGGI LE ULTIME NEWS

Tabellino

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Rana Verona 3–2 (25-20; 23-25; 25-27; 25-16; 15-8)

  • Gas Sales Bluenergy Piacenza: Brizard 10, Romanò 18, Recine 9, Lucarelli 16, Ricci 11, Simon 18, Scanferla (L), Dias, Gironi, Leal 4, Andringa 1, Caneschi, Alonso, Hoffer (L). All. Anastasi 
  • Rana Verona: Spirito 2, Amin 1, Keita 29, Dzavoronok 11, Mosca 4, Grozdanov 7, D’Amico, Jovovic, Mozic, Sani 12, Cortesia, Zingel 2, Zanotti, Radivojevic (L). All. Stoytchev 

Arbitri: Rossi A. (1°), Papadopol (2°), Galteri (3°)

Addetto Video Check: Rossi D. 

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco