Quinta sconfitta per Scaligera Basket, coach Diana: «Siamo stati imbarazzanti»

Non riesce l'impresa alla Scaligera Basket che, sul campo di Voghera, cede il passo alla capolista Bertram Tortona con il risultato di 87-80. «Mi sono preso la responsabilità la settimana scorsa e me la prendo anche questa sera però la pallacanestro è uno sport di contatto, serve un po’ di sano agonismo: bisogna mettere il corpo, la mano e spendere un fallo duro» commenta coach Diana.

Non riesce l’impresa alla Scaligera Basket che, sul campo di Voghera, cede il passo alla capolista Bertram Tortona con il risultato di 87-80. Quinta sconfitta consecutiva per la Tezenis Verona dopo quelle contro Casale Monferrato, PiacenzaBiella Udine.

«La partita si è giocata nel terzo quarto, che a mio avviso è stato penoso. Ed è inutile sprecare due time out se poi quando si rientra la musica non cambia, e si gioca senza tenere l’uno contro uno e concedendo 16 rimbalzi offensivi a Tortona durante la partita. Anche oggi i nostri avversari hanno tirato con il 61% da tre punti, dopo aver concesso il 68% a Casale due partite fa» commenta deluso coach Diana.

«Ci manca sempre quel passo in più per mettere pressione sulla palla, gli avversari chiaramente prendono fiducia e hanno delle percentuali da sembrare giocatori di NBA. Invece sono giocatori normali che lasciati liberi fanno canestro» prosegue. «L’aggettivo che mi sento di attribuire a questa partita è imbarazzanti. Poi siamo stati anche bravi nel provare a recuperare la partita ma non possiamo permetterci di staccare la spina per un quarto, e giocare sempre di rincorsa».

«La strada per uscire da questa situazione è fare ciò che non abbiamo fatto finora, e con una buona dose di amor proprio e un sano mea culpa guardare chi vogliamo essere e cosa vogliamo fare. Questa è una squadra che ha qualità ma deve avere più coraggio, anche questa sera ci siamo fatti intimorire» conclude. «Mi sono preso la responsabilità la settimana scorsa e me la prendo anche questa sera però la pallacanestro è uno sport di contatto, serve un po’ di sano agonismo: bisogna mettere il corpo, la mano e spendere un fallo duro. Cosa che noi non facciamo mai».

La partita

Dopo i primi due parziali sono giocati alla pari, è nel terzo periodo che la formazione di casa prende in mano la gara in maniera netta; un parziale di 22-0 segna in maniera netta il match anche se, nell’ultimo periodo, la Tezenis ha il merito di averci provato fino all’ultimo secondo recuperando punto dopo punto fino all’87-80 finale.

Oltre all’assenza di Giovanni Pini, la Tezenis Verona è scesa in campo senza Guido Rosselli, positivo al Covid-19 e Davide Guglielmi, out per un problema alla caviglia. È una Tezenis aggressiva quella che apre la partita al Palaoltrepo. Candussi e Jones, rispettivamente 7 e 6 punti, guidano i gialloblù nel primo break della partita. Verona viaggia con intensità fino al 9-13 e solamente quando scendono le percentuali in attacco, i padroni di casa riescono prima a pareggiare e poi a conquistare il primo vantaggio sul 18-16 con Severini.

La gara si sviluppa con grande equilibrio. Severini, per la Tezenis, trova i primi punti con la tripla del 22 pari ma è proprio qui che i padroni di casa trovano il primo allungo. Le triple di Ambrosin e Gazzotti valgono lo strappo fino al 30-22, punteggio con il quale si chiude il primo quarto.

Il secondo quarto si apre con lo stesso equilibrio del primo. Tortona mantiene il vantaggio poi Verona ne approfitta con Caroti e Candussi, abili a trovare 5 punti consecutivi sfruttando gli errori dei padroni di casa (33-30). Per la seconda volta, però, la Bertram prova a scappare nuovamente. Torna a 5 punti di vantaggio, grazie alla tripla di Fabi, poi l’errore di Greene consegna un nuovo possesso ai padroni di casa che lo sprecano commettendo un fallo di sfondamento.

La Tezenis si avvicina ancora, prima con Caroti, che strappa il rimbalzo e deposita, poi con Candussi che spalle a canestro trova altri due punti preziosissimi. Le triple di Tomassini e Severini valgono il nuovo vantaggio della Tezenis (43-44) ma Tortona chiude il secondo quarto con altrettante conclusioni dalla distanza che fissano il punteggio sul 49-44.

L’inizio del secondo tempo è tutto per la formazione di casa che in poco più di un minuto allunga fino al 56-44. Coach Diana chiama i suoi in panchina e la Tezenis si riaccende guidata da Greene in attacco fino al 56-52 ma è qui che la Bertram allunga ancora riportandosi sul +12 sul 64-52. Il parziale di 22-0 firmato da Tortona, che chiude avanti il terzo quarto sul 77-52, segna la partita.

Negli ultimi 10 minuti Tortona prova a gestire l’ampio vantaggio conquistato nel terzo periodo. Verona prova a recuperare e lo fa in maniera ordinata, riavvicinandosi azione dopo azione. Sul -12, con la tripla di Tomassini, Tortona sente la Tezenis rimettersi in scia. I ragazzi di coach Diana si avvicinano ancora, combattendo in ogni azione difensiva e trovando rapidamente canestri in sequenza, fino all’82-76 ma negli ultimi 60 secondi non riescono a completare la lunga rincorsa. Finisce 87-80.

Si chiude così il 2020 della Tezenis Verona che giocherà la prima partita del nuovo anno domenica 3 gennaio sul campo della Withu Bergamo alle ore 17:00.

Le formazioni

Bertram Tortona – Tezenis Verona 87-80 (30-22, 19-22, 28-8, 10-28)

Bertram Tortona: Lorenzo Ambrosin 22 (2/4, 5/7), Bruno Mascolo 19 (3/11, 3/3), Jalen Cannon 11 (5/9, 0/0), Luca Severini 11 (4/6, 1/3), Jamarr Sanders 8 (1/5, 2/3), Agustin Fabi 8 (0/2, 2/4), Giulio Gazzotti 7 (0/3, 1/1), Riccardo Tavernelli 1 (0/0, 0/1), Matteo Graziani 0 (0/1, 0/1), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 15 / 24 – Rimbalzi: 42 15 + 27 (Jamarr Sanders 9) – Assist: 10 (Bruno Mascolo 4)

Tezenis Verona: Francesco Candussi 22 (10/15, 0/3), Giovanni Tomassini 19 (2/4, 4/7), Bobby ray Jones 15 (1/4, 4/4), Giovanni Severini 9 (0/3, 3/7), Phil Greene iv 8 (1/2, 2/6), Lorenzo Caroti 5 (1/1, 1/5), Giga Janelidze 2 (1/2, 0/1), Andrea Colussa 0 (0/0, 0/1), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 6 / 13 – Rimbalzi: 30 8 + 22 (Francesco Candussi 11) – Assist: 19 (Giovanni Tomassini 7)

LEGGI LE ALTRE NEWS DI SPORT