Più di mille per il Galà del Volley veronese

All'Agsm Forum si è chiusa ieri la stagione della Federazione italiana pallavolo, Comitato Territoriale di Verona. Presentato anche il libro autobiografico di Sara Anzanello.

«È stata una stagione davvero impegnativa e carica di appuntamenti: Kinderiadi – Trofeo dei Territori, Finali Coppa Italia di Serie A Femminile, dieci finali giovanili, Sport Expo con la Nazionale Sitting Volley e decine di ore di formazione dedicata agli allenatori a cui si aggiungono gli eventi Volley S3 per gli atleti più piccoli. Un tour de force pieno di soddisfazioni che ci spinge a fare sempre meglio per il nostro movimento». Così il presidente Fipav Verona Stefano Bianchini ha sintetizzato la stagione del Comitato territoriale di Verona della Federazione Italiana Pallavolo che ieri sera all’AGSM Forum ha celebrato la fine dell’anno sportivo.

Il Galà del Volley veronese è l’ormai tradizionale appuntamento estivo durante il quale vengono premiate le squadre e le società che si sono maggiormente distinte durante l’anno tra promozioni di categoria e vittorie nelle finali territoriali, ma anche riconoscimenti in categorie speciali, come la società che ha disputato più match o le realtà più collaborative con il comitato.

L’edizione 2019 si è arricchita di due momenti molto speciali: la presentazione del libro “Chiamatemi ancora Anza”, autobiografia di Sara Anzanello, centrale delle Azzurre campioni del mondo nel 2002 scomparsa a ottobre 2018, e la premiazione dello staff della Nazionale femminile Sorde fresche del titolo europeo (Alessandra Campedelli, Angiolino Frigoni e Simone Truzzi).

Alla serata hanno partecipato in quasi 1200 tra atleti, dirigenti, allenatori, sponsor e appassionati oltre ai rappresentanti dell’amministrazione e della comunità sportiva veronese: Filippo Rando, Assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Verona, Albertina Bighelli, Consigliere con delega allo Sport della Provincia di Verona, Stefano Gnesato, delegato del Coni Verona, Alberto Michetti, fiduciario CONI Verona, Dino Mascalzoni, dirigente con delega alle attività sportive dell’Ufficio Scolastico di Verona. Presente anche il 489° Papà del Gnoco e amico della pallavolo veronese, Francesco Franz Gambale.