Pesistica, Bentegodi e Bussolengo al top: doppio oro e un bronzo

Lo scorso fine settimana, il Palazzetto dello Sport della Polizia di Stato ha ospitato le finali nazionali dei Campionati Italiani Assoluti di Pesistica Olimpica, ultima gara del calendario agonistico della Federpesistica del 2024.

pesistica
Sportelli, Brunelli, Tosi e Toninel agli assoluti 2024

Lo scorso fine settimana, il Palazzetto dello Sport della Polizia di Stato, presso la Caserma “Stefano Gelsomini”, in Via Portuense 1860, Fiumicino (Roma), ha ospitato le finali nazionali dei Campionati Italiani Assoluti di Pesistica Olimpica, ultima gara del calendario agonistico della Federpesistica del 2024, con i primi sei atleti qualificati a livello nazionale, per ogni categoria di peso personale e per la sola classifica del totale olimpico (strappo + slancio).

LEGGI LE ULTIME NEWS

Tre gli atleti veronesi in gara, la bentegodina Carlotta Brunelli e Filippo Guadagnini e Davide Giacalone, della Pesistica Bussolengo, con la forzata assenza per infortunio dell’ex bentegodina Celine Ludovica Delia, ora in forza al Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco Roma.

Carlotta Brunelli

Grandissima prova per la fuoriclasse bentegodina Carlotta Brunelli, che ha letteralmente sbaragliato il campo nella categoria dei 71 kg, sollevando 96 kg nello strappo e 113 kg nello slancio, per un totale di 209 kg, che l’ha consacrata per l’ennesima volta campionessa italiana assoluta. A trentun anni di età e dopo un recente intervento al ginocchio, la campionessa veronese non smette di stupire e a 17 anni di distanza dal suo primo titolo italiano esordienti, conquistato a quattordici anni, nel 2007, tiene ancora saldamente testa alle più giovani e rampanti atlete che comunque, per il momento, non hanno scampo.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

Davide Giacalone

Grandissima prestazione anche da parte di Davide Giacalone, in gara negli 89 kg, che ha sollevato 142 kg nello strappo, 165 kg nello slancio, per il ragguardevole complessivo di 307 kg, che gli ha assicurato una splendida medaglia d’oro e il titolo di campione italiano assoluto 2024, con la sesta miglior prestazione in assoluto, tra tutti gli atleti in gara. Bravo nello sport e anche nello studio, come conferma il 110 e lode recentemente ottenuto con la laurea in Scienze Motorie, per la gioia di mamma e sua allenatrice, Maria Vittoria, che di lui è tanto fiera e giustamente orgogliosa.

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato

Filippo Guadagnini

E non da meno è stato Filippo Guadagnini, in gara nei 73 kg, che si è messo al collo una splendida medaglia di bronzo, con 121 kg nell’esercizio di strappo, 135 kg nello slancio, per un complessivo di 256 kg, eccellente prestazione, che lo consacra tra i migliori pesisti non professionisti d’Italia.

I tre atleti sono stati abilmente condotti in gara da Fausto Tosi e Maria Vittoria Sportelli, che hanno amichevolmente unito le forze della Sezione Pesistica Bentegodi e della Pesistica Bussolengo, per arrivare a questi tre importanti risultati, confortati anche dell’assistenza in riscaldamento da parte dell’amico campione azzurro, Nino Pizzolato, delle Fiamme Oro Roma, che il prossimo mese di luglio sarà sulla pedana olimpica di Parigi 2024, a caccia di qualche prestigiosa medaglia olimpica, dopo il bronzo conquistato alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Entusiasmo alle stelle in casa Bentegodi e Bussolengo per i due titoli italiani assoluti portati a Verona, nell’ultima gara dell’anno, la più importante del 2024, che conclude nel migliore dei modi anche il quadriennio olimpico 2021-2024, ricchissimo di successi in campo femminile e maschile, in tutte le classi di età, dai giovanissimi tredicenni ai più grandi e quotati atleti senior e master.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024