Paralimpiadi, tripletta per il Veneto: due argenti e un bronzo

Tripletta di medaglie per il Veneto alle Paralimpiadi di Tokyo: dopo l'argento di Francesca Porcellato nell'handbike, arriva l'argento per Stefano Raimondi nei 100 farfalla S10 e il bronzo per Xenia Francesca Palazzo nel nuoto, entrambi veronesi.

Stefano Raimondi
Stefano Raimondi

«Stefano Raimondi è un atleta fuori del comune, certamente paragonabile ai grandi normodotati delle piscine. È in gara praticamente dall’inizio delle Paralimpiadi e oggi, con l’argento nei 100 farfalla S10, ha fatto poker, dopo l’oro nei 100 rana SB9. Il bronzo nei 100 SL e l’argento nella 4X100 SL». A dirlo è il Presidente della Regione Veneto, commentando la pioggia di medaglie che sta arrivando da Tokyo per gli atleti veneti. Ultima in ordine di tempo, la quarta di Stefano Raimondi.

«Aldilà dei già celebrati pregi di coraggio, determinazione, costanza, gioia di vivere – prosegue il Governatore – è bello evidenziare oggi come Stefano sia un atleta straordinario anche per la tenuta fisica e mentale. Raggiungere una preparazione così solida, non cedere al possibile rilassamento dopo tre trionfi, significa avere un motore fisico e mentale fuori dal comune. Così come fuori dal comune è il messaggio che arriva da questo ragazzo: mai arrendersi, un traguardo in più, una nuova gioia possono sempre esserci». 

Leggi anche: Paralimpiadi, con Brunelli arriva la prima medaglia per il tennistavolo

Argento per Francesca Porcellato nell’handbike

«A 51 anni, Francesca Porcellato è la storia vivente delle Paralimpiadi, all’undicesima partecipazione, da Seoul 1988 a oggi, questa vera e propria wonder woman è di nuovo sul podio, con uno straordinario argento nella crono H3 di handbike. I complimenti non bastano piu, e non è finita, perché domani la tigre potrebbe ruggire ancora». Con queste parole, il Presidente della Regione Veneto festeggia la medaglia d’argento conquistata nell’handbike dall’atleta veneta.

«Questa donna d’acciaio – aggiunge il Governatore – ha attraversato la storia delle Paralimpiadi vincendo medaglie a due cifre, e facendolo in sport diversi: atletica, sci di fondo, e ora handbike. Francesca è un mix unico di gioia di vivere, di amore per lo sport, di gusto per la sfida al destino, di determinazione. Tutto il bello di un essere umano. Diciamo orgogliosamente grazie alla rossa volante – conclude il Presidente – magari con un arrivederci a Parigi. Lei può».

Bronzo per Xenia Palazzo nel nuoto

«Nemmeno il tempo di festeggiare wonder woman Porcellato, che da Tokyo arriva un’altra impresa targata veneto. Xenia Francesca Palazzo, la nostra veronese adottiva, 23 anni, quasi metà della Porcellato, è bronzo nei 400 stile libero S8 di nuoto. Unico comun denominatore, il podio. Unico comun denominatore, donne di ferro, inarrestabili al punto che con questa medaglia Xenia arriva a tre, con un argento e un altro bronzo», commenta Luca Zaia, in relazione all’ennesima medaglia conquistata da un atleta del Veneto alle Paralimpiadi di Tokyo.

Leggi anche: Xenia Palazzo è campionessa paralimpica nella 4X100 Stile libero

«Anche oggi, e oramai sono giorni – aggiunge il Governatore – il sogno continua. Una sorta di magnifica never ending story, il cui ultimo capitolo è stato scritto da Xenia Palazzo, che saluto con orgoglio. Fino a che le Paralimpiadi non saranno finite, noi continuiamo a sognare – conclude il Presidente – perché questa edizione è già nella storia dello sport veneto e può diventare leggenda».

Xenia Palazzo (Immagine da Rai Sport).
Xenia Palazzo (Immagine da Rai Sport).

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv