Paralimpiadi, con Brunelli arriva la prima medaglia per il tennistavolo

La veronese Michela Brunelli, in coppia con la friulana Giada Rossi, si avvia a conquistare una medaglia sicura grazie alla vittoria di oggi contro la Thailandia.

Michela Brunelli e Giada Rossi in doppio
Michela Brunelli e Giada Rossi in doppio

L’Italia del tennistavolo conquisterà la prima medaglia alle Paralimpiadi di Tokyo grazie alla veronese Michela Brunelli e alla friulana Giada Rossi. Nella gara a squadre di classe 1-3 femminile, l’ultima in cui la nostra Nazionale è impegnata, la classe 3 Brunelli e la classe 2 Rossi, teste di serie numero 4, hanno battuto per 2-1 in rimonta la Thailandia della classe 3 Dararat Asayut e della classe 2 Chilchitraryak Bootwansirina (numero 6).

Sono in semifinale e, dunque, certamente sul podio le due pongiste, guidate dal direttore tecnico Alessandro Arcigli e seguite dalla fisioterapista veronese Elisa Gobbetti, della scuola di osteopatia Eom Italia di Mozzecane. Domani alle 5 affronteranno le capofila della Cina, per un posto in finale.  

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Oggi si è partiti immediatamente con il tabellone a eliminazione diretta, che vede qualificate le migliori compagini del mondo. La formula prevedeva l’inizio dell’incontro affidato al doppio e poi una prosecuzione con due singolari, con la vittoria assegnata ai vincitori di due delle potenziali tre partite. Nel doppio le thailandesi si sono imposte per 3-0 (9-11, 7-11, 8-11). Poi, nel primo singolare, Michela Brunelli ha pareggiato la situazione, con il 3-0 (11-3, 11-6, 11-4) su Bootwansirina. Si è deciso tutto nell’ultimo singolare fra la classe 2 Rossi e la classe 3 Asayut, con la campionessa di Zoppola che ha compiuto per 3-2 l’impresa contro l’avversaria di classe superiore.

Niente da fare, invece, per l’altro pongista veronese in campo, Federico Falco, battuto in coppia con Andrea Borgato. I due azzurri, entrambi atleti di classe 1, hanno incontrato, in una sfida in salita, gli slovacchi Martin Ludrovsky e Jan Riapos, tutti e due con grande esperienza alle spalle in classe 2, e hanno perso per 2-0.

Andrea Borgato e Federico Falco nel doppio
Andrea Borgato e Federico Falco nel doppio

La storia di Michela Brunelli

A luglio del 1992, qualche giorno dopo aver festeggiato i suoi 18 anni, Michela Brunelli di Bussolengo (Verona) ha un incidente stradale che le cambia la vita drasticamente. Nel 1993, rientrata a casa dopo la riabilitazione, decide di ascoltare un amico conosciuto in ospedale, che le propone di frequentare il Pala-tennistavolo: è amore a prima vista e, soprattutto, è l’inizio di un’avventura sportiva piena di soddisfazioni e ottimi risultati per la pongista italiana.

L’anno successivo, nel ’94, Michela Brunelli debutta nei primi campionati agonistici di tennistavolo paralimpico. Nel 1998 arriva anche la sua prima partecipazione internazionale: ai Mondiali di Parigi porta a casa una medaglia d’argento a squadre; l’inizio di una lunga serie. Alle Paralimpiadi di Pechino 2008 vince la medaglia d’argento a squadre più emozionante di sempre. Dopo aver vinto alcuni campionati arrivano le Paralimpiadi di Londra 2012 che lasciano un leggero amaro in bocca: Michela sfiora il bronzo arrivando al quartoposto. A Rio 2016 altro 4° posto nella gara a squadre, in coppia con la friulana Giada Rossi. Grazie all’ottavo posto nel ranking mondiale 2021, Michela riesce a conquistare il pass per la sua quarta Paralimpiade.

Il messaggio di auguri del Comune di Bussolengo

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK