Pallavolo, il muro non basta a Rana Verona: è Perugia ad avere la meglio

In un Pala AGSM AIM che ha registrato per la seconda volta in stagione il tutto esaurito, Rana Verona non riesce a contenere le scorribande della Sir Susa Vim Perugia. Ora testa al prossimo impegno, in programma domenica 3 dicembre alle 20.30 sul campo di Piacenza.

Rana Verona Volley
New call-to-action

Il Perugia si è dimostrato troppo forte per il Rana Verona, ottenendo una vittoria chiara nella settima giornata del campionato di SuperLega. La squadra guidata dall’allenatore Lorenzetti ha sconfitto gli avversari in trasferta con un punteggio di 3-0 (25-18, 25-20, 25-22), estendendo a 18 la loro serie di vittorie consecutive contro Verona.

Il PalaOlimpia ha registrato il tutto esaurito per la seconda volta in questa stagione, dimostrando il supporto del pubblico locale nonostante le difficoltà della squadra. Perugia conserva la leadership nella classifica, pur avendo disputato una partita in più rispetto a Itas Trentino. Verona rimane fermo a 7 punti, con una situazione che si fa sempre più critica.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

La partita

Il match è stato dominato da Perugia, grazie soprattutto alle loro prestazioni eccellenti piuttosto che agli errori di Verona. La superiorità tecnica di Perugia è stata evidente nel servizio, con 9 punti diretti. Le prestazioni di Simone Giannelli e degli attaccanti, in particolare Poltnytskyi, che è stato l’MVP e ha segnato 14 punti, hanno fatto la differenza. I 16 punti di Mozic per Verona non sono stati sufficienti.

Per contrastare Perugia, l’allenatore Stoytchev ha schierato Sani e Mozic in banda, Amin come opposto, Grozdanov e Mosca come centrali, Spirito come palleggiatore e Bonisoli in sostituzione dell’infortunato D’Amico come libero. Prima della partita, Carlo Grossule, presidente del Gruppo Giovani di Confimi Apindustria Verona, ha consegnato il Premio Verona Giovani 2023 a Stefano Fanini, presidente del club, un riconoscimento per le realtà del territorio che si sono distinte nella ricerca di nuovi orizzonti.

Verona ha iniziato con determinazione, cercando di conquistare la prima vittoria davanti al proprio pubblico. Grazie a buone azioni difensive di Amin e Mozic e un attacco di Mosca, sono andati in vantaggio 5-2. Tuttavia, il servizio efficace e la difesa di Perugia hanno rapidamente portato al pareggio e successivamente al vantaggio 12-8, costringendo Stoytchev a chiamare un time out.

LEGGI ANCHE: Ciclovia del Sole, De Berti: «Da Verona a Valeggio in bici»

Mozic ha cercato di mantenere Verona in partita, ma le azioni di Giannelli sotto rete hanno continuato a fare la differenza. In assenza di Leon, Herrera e Poltnytskyi hanno dominato in attacco, contribuendo al distacco degli ospiti, che hanno chiuso il primo set con due ace consecutivi di Held.

Nel secondo set, Perugia ha guadagnato rapidamente il vantaggio. Verona ha tentato di reagire, ma ha faticato a difendersi dai servizi avversari. Altri due servizi vincenti di Poltnytskyi hanno aumentato il distacco, costringendo nuovamente Stoytchev a interrompere il gioco sul 17-12 per Perugia. La squadra ospite ha poi vinto il secondo set grazie a un attacco efficace di Herrera.

Il tabellino

Rana Verona-Sir Susa Vim Perugia 0–3 (18-25; 20-25; 22-25)

  • Rana Verona: Spirito 1, Amin 5, Mozic 16, Sani 3, Mosca 5, Grozdanov 6, Bonisoli (L), Jovovic, Keita, Dzavoronok 5, Cortesia, Zanotti, D’Amico (L). All. Stoytchev 
  • Sir Susa Vim Perugia: Giannelli 4, Plotnytskyi 14, Semeniuk 10, Herrera 14, Flavio 12, Solé 4, Colaci (L), Ropret, Leon, Held 2, Ben Tara, Russo, Candellaro, Toscani (L). All. Lorenzetti

Arbitri: Curto (1°), Cerra (2°), Simbari (3°) 

LEGGI LE ULTIME NEWS

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM