Pallamano, solo un pari per la Venplast Dossobuono: raggiunta nel finale sul 26-26

Al PalaDeledda finisce in parità tra Venplast Dossobuono e Malo. Rammarico per la formazione veronese, avanti per gran parte della partita.

bpe foto/ Boldrini 21.2.2021 olimpica dossobuono vs vigasio

Una partita molto combattuta che finisce in parità. Questo il riassunto della gara di ieri sera tra Malo e Venplast Dossobuono, che al PalaDeledda hanno entrambe dimostrato di poter competere per i piani alti della classifica. Un po’ di rammarico in più per la Venplast, in vantaggio per gran parte della gara, che però nel finale ha rischiato anche di perdere l’intera posta in palio.

La partita

Esce meglio dai blocchi Malo nei primissimi minuti, con la Venplast che ingrana dopo 10’ con il parziale di 4-0 firmato da Bennati, Zivelonghi e Rizzi. Dal vantaggio al 10’, la Venplast conduce praticamente per tutto il primo tempo, con Malo però sempre agganciato. Nella fase centrale della prima frazione Squarzoni guida la formazione ospite, prima del lieve allungo della Venplast che rientra negli spogliatoi sopra di tre reti. 13-16.

Nella ripresa la Venplast tocca il +4 nei primissimi minuti, prima però della reazione del Malo: la formazione di casa riduce lo svantaggio sul -1 al 42’, ricalcando il punto a punto che ha caratterizzato la prima frazione. Il match si scuote con la squalifica di Bollani, fino a quel punto protagonista del match con ottime parate, per un fallo ravvisato dagli arbitri fuori dall’area di sei metri. Dal conseguente sette metri Malo trova la parità, 20-20 al 43’. La Venplast però mostra gli artigli, non facendosi condizionare dall’episodio sfavorevole, riportandosi sul +2 con Rizzi e Bennati. Malo ritrova la parità al 51’, prima del nuovo +2 della Venplast, sempre a firma di Rizzi e Bennati. 23-25 al 54’.

Nell’ultimo scorcio di gara il match si agita, la Venplast fatica in attacco mentre Malo si rifà sotto, trovando la nuova parità prima al 55’ e poi al 59’. Sul 26-26 la Venplast rischia di andare sotto a 40’’ dalla sirena, ma Minotti è prodigioso intercettando il tiro dai sette metri che avrebbe concesso a Malo il vantaggio all’ultima curva. L’opportunità per vincere dunque ce l’ha la Venplast, ma i ragazzi ospiti non riescono a trovare un tiro pulito, prima del tiro franco di Rizzi che si spegne sul muro di casa.

Le squadre si dividono la posta in palio, 26-26. La lotta per i primi due posti si fa ancora più incerta, con 5 squadre raccolte in soli 3 punti.

Il tabellino

Malo – Venplast Dossobuono 26-26 (p.t. 13-16)

Malo: Bertoldo 4, Campagnolo 5, Cecchineri, Costa 1, Dalla Vecchia, Dieguez 5, Donnarumma, Fabris, Gaiu, Grendene, Mendo 3, Rampon 2, Sartori 3, Schizzarotto, Squarzon, Zanella 3. All. Ignacio Nincevic

Venplast Dossobuono: Bennati 7, Bernardi, Bollani, Campostrini 2, Ceschi, Fantoni, Guariso 1, Lonardi, Malaffo, Minotti, Perazzoli, Rizzi 12, Squarzoni 3, Tomasi, Zivelonghi 1. All. Carlo Nordera