Pallamano Dossobuono: è Serie A1!

Gioia e lacrime sul campo di Chieti per la Pallamano femminile Dossobuono, che oggi ha portato a casa la promozione in Serie A1 al termine del match contro Malo.

Foto Petrini / FIGH

Grande prova oggi, per le ragazze di Elena Barani, che hanno sbaragliato Malo nell’ultima sfida delle FIGH Finals 2023 per l’ingresso in Serie A1. La squadra scaligera torna così nella massima serie dopo 4 anni.

La partita si è conclusa 31 a 23 per le veronesi che, al termine del match, si sono lasciate andare ai festeggiamenti, tra lacrime di gioia e abbracci. La festa non è finita per la Venplast che, domenica, dovrà giocarsi la finale della Coppa Italia a Chieti.

Riassunto del match

Primo tempo che non recita uno spartito molto differente da quello della gara del giorno precedente con Paceco: dopo una fase di studio iniziale la Venplast spinge sull’acceleratore, toccando il +5 sul 12-7 al 17’, grazie a buone trame offensive e al sempre cospicuo numero di parate di Cabrini tra i pali. Da quel momento però la Venplast cala di rendimento, complice una manovra spezzettata con più errori, che concedono alle Guerriere Malo l’opportunità di recuperare: occasione sfruttata dalle vicentine, che impattano sul -1 al 27’, gettando alle ortiche anche una palla per il pareggio. Dossobuono che offre un sussulto e torna ad allungare fino al +3 di Emma Salvaro, ma le avversarie trovano sul gong la marcatura del -2 in chiusura di frazione. 16-14 all’intervallo per Dossobuono.

Nella ripresa partono meglio le Guerriere, con un buon approccio difensivo e con buoni guizzi in attacco, anche in inferiorità numerica. Dossobuono dal canto suo sbaglia molto, così come le Guerriere, ma riesce a trovare le reti necessarie per conservare sempre il vantaggio, pur faticando a costruire gioco come nella prima frazione e affidandosi alle individualità. Zorzella trova gol pesanti dall’ala destra, come quello del 20-18 al 43’, ma le Guerriere rispondono sempre, senza però mai impattare sul pari. Margeta fissa un pesante +4 al 47’, allungato dalla stessa sul +5 al 49’. Nella sfida nella sfida, oltre che dal punto di vista tecnico, anche dal punto di vista delle energie residue, Dossobuono mostra migliore condizione e diventa irraggiungibile quando fissa il +7 con Coppola al 49’. Guerriere senza forze sufficienti per abbozzare un recupero e Dossobuono che può tagliare il traguardo della Serie A1 a braccia alzate, vincendo 31-23.

Guarda la partita:

LEGGI IL VERONA SPORT
Ricevi ogni domenica i risultati del calcio dalla Serie A ai dilettanti in tempo reale!
CLICCA QUI PER RICEVERE IL VERONA SPORT

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM