L’Hellas verso la Salernitana, Baroni: «Non dobbiamo avere rimpianti»

Lunedì 20 maggio fischio d'inizio alle 18.30 per il match tra Salernitana ed Hellas Verona. Baroni: «Ora ci aspettano due gare importantissime, dobbiamo essere pronti».

baroni hellas

Lunedì 20 maggio alle 18.30 allo stadio ‘Arechi’ di Salerno si giocherà la 37a giornata della Serie A TIM 2023/24 tra Salernitana ed Hellas Verona. L’allenatore Marco Baroni ha rilasciato le principali dichiarazioni in conferenza stampa.

«Credo che il percorso della squadra sia stato evidente, ma lo scalino più difficile lo dobbiamo fare tutti insieme. Domenica abbiamo avuto la dimostrazione che 77 minuti fatti bene non sono sufficienti – ha detto Baroni -. Questo è il campionato, con tutte le sue difficoltà. Ora ci aspettano due gare importantissime, dobbiamo essere pronti, con la voglia e la determinazione che abbiamo avuto sempre. Dalla Salernitana mi aspetto una squadra che gioca serena, tranquilla, e ha fatto ottime partite. Al di là di questo noi sappiamo che non dobbiamo sbagliare nulla, sotto tutti gli aspetti, dobbiamo andare forte senza timore, senza paura. Questo aspetto fa la differenza in queste partite dove ti giochi tanto, devi avere consapevolezza di quello che devi fare sul campo. Dovremo essere bravi anche nel guardare i risultati delle altre, a noi non cambia niente. Dovremo fare due prestazioni di altissimo livello, non dobbiamo avere rimpianti».

Sulla sconfitta contro Torino: «Dopo la partita c’è stata grande delusione, non solo per noi ma anche per il pubblico, non abbiamo colto una grande opportunità. Alla squadra ho detto quello che ho detto prima, che sono stati bravi fino al 77esimo ma che non è sufficiente. Quel risultato ci deve far capire che questo ultimo step è il più difficile, va fatto con grande convinzione. Le paure non aiutano e non devono stare dentro al campo. Bisogna avere consapevolezza di quello che abbiamo fatto finora e giocare senza paura».

Tornando, invece, all’avversario di lunedì: «La Salernitana ha dei grandi giocatori, calciatori importanti, e come sempre in questi momenti viene fuori la spensieratezza, l’orgoglio, queste sono condizioni che ti fanno fare bene, basta guardare alle loro ultime partite. Sappiamo che in queste due gare troveremo avversari complicati e difficili, ma dobbiamo stare centrati dentro la nostra prestazione. Non possiamo fare altri pensieri, dobbiamo essere focalizzati solo sulla prestazione, individuale e di squadra».