Legnago forza dodici, i biancazzurri espugnano il “Piola” di Vercelli

I ragazzi di mister Donati continuano a stupire inanellando il dodicesimo risultato utile consecutivo, superando la Pro Vercelli al “Silvio Piola” con il risultato di 1-3.

Legnago Salus

Il Legnago Salus non si ferma più. I ragazzi di mister Donati continuano a stupire inanellando il dodicesimo risultato utile consecutivo (il diciannovesimo nelle ultime venti partite), grazie ad una prestazione estremamente convincente che ha permesso loro di superare, con autorità e personalità, la Pro Vercelli al “Silvio Piola” con il risultato di 1-3.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

La partita

Dopo una manciata di secondi i padroni di casa provano a spaventare Fortin, ma il tiro di Petrella termina a lato. Al 5’ arriva la prima azione offensiva di marca biancazzurra grazie a Svidercoschi; la sua conclusione viene murata dalla difesa. Un minuto più tardi Van Ransbeeck porta in vantaggio la compagine della “Capitale della Bassa” con una prodezza balistica dalla distanza, assolutamente imparabile per Mastrantonio. All’11 il centrocampista belga cerca il bis, però l’estremo difensore piemontese gli nega la gioia del gol respingendo con i pugni la sua conclusione. Il numero 8 biancazzurro è letteralmente incontenibile; al 13’, dalla fascia destra, lascia partire un invitante cross su cui si avventa Boci di testa, costringendo il portiere a rifugiarsi in corner.

Al 24’ la Pro Vercelli cerca di scuotersi; in contropiede Rojas serve Maggio, che lascia partire un tiro a giro che finisce alto sopra la traversa. Al 36’, dalla corsia di destra, Muteba mette in mezzo un buon pallone su cui arriva Svidercoschi, però il suo colpo di testa è centrale. Al 42’ Haoudi impegna Fortin con un tiro a giro; il numero uno biancazzurro manda la sfera in corner. Al 47’ il centrocampista vercellese ci riprova su punizione, ma Fortin blocca con sicurezza la sua conclusione rasoterra. La prima frazione si chiude con un colpo di testa di capitan Rocco, parato da Mastrantonio.

LEGGI ANCHE: Passaporto in provincia di Verona: si può fare anche in 7 uffici postali

Al 54’, in area della Pro Vercelli, va in scena uno scambio sull’asse Rocco-Svidercoschi, che non porta al raddoppio ospite a causa del perfetto intervento difensivo di Camigliano. Lo 0-2, comunque, è nell’aria. Al 65’ Giani è autore di una ripartenza bruciante; il fantasista entra in area e, anche se viene sbilanciato, riesce a servire Svidercoschi che firma lo 0-2. I piemontesi non ci stanno e, tre minuti più tardi, accorciano le distanze con Maggio, che in velocità prende d’infilata la retroguardia biancazzurra insaccando alle spalle di Fortin.

Al 79’, su un cross proveniente dalla destra, Mastrantonio esce ma non fa sua la palla, che finisce sui piedi di Giani; il numero 20 legnaghese tira, conquistando un corner. Il susseguente tiro dalla bandierina è sfruttato proprio da Giani, che sigla la rete dell’1-3. I giocatori della Pro Vercelli protestano animatamente perché sostengono che il pallone non abbia completamente varcato la linea di porta, ma il guardalinee e l’arbitro non sono dello stesso avviso. L’ultima occasione dell’incontro è di marca locale. Al 92’, in pieno recupero, Maggio scheggia la traversa su calcio di punizione.

Con il successo odierno il Legnago Salus sale a quota 48 punti, consolidando il sesto posto e lanciando un segnale importante in ottica playoff.

Il tabellino

  • Pro Vercelli (4-3-3): Mastrantonio; Iezzi, Parodi, Camigliano (34′ st Citi), Rodio; Iotti, Santoro, Haoudi; Petrella (6′ st Mustacchio), Rojas (5′ st Nepi), Maggio.
    A disp.: Ghisleri, Vaccarezza, Frei, Contaldo, Gheza, Rutigliano, Casazza, Sibilio, Forte, Pinzi, Pannitteri, Kozlowski. All. Andrea Dossena
  • Legnago Salus (3-4-1-2): Fortin; Sbampato, Martic (1′ st Noce), Zanandrea (13′ st Pelagatti); Muteba (39′ st Travaglini), Motoc (26′ st Zanetti), Diaby, Boci; Van Ransbeeck; Svidercoschi, Rocco (13′ st Giani).
    A disp.: Businarolo, Tosi, Hadaji, Mazzali, Baradji, Zanetti, Sambou, Ruggeri, Franzolini, Mbakogu. All. Massimo Donati

Arbitro: sig. Filippo Colanino (sez. di Nola)