Lanciato il ChievoVigasio, Campedelli: «Scelta di cuore»

Luca Campedelli racconta ai nostri microfoni il progetto ChievoVigasio, definendolo un'operazione «partita dal cuore». Oggi l'udienza per la revocazione della sentenza relativa alla questione Chievo Verona. «Ad amareggiarmi di più, il telefono che ha smesso di suonare».

Luca Campedelli e Cristian Zaffani
Luca Campedelli e Cristian Zaffani
New call-to-action

È stato presentato ieri il nuovo progetto ChievoVigasio, la nuova realtà nata dall’accordo tra Luca Campedelli e Cristian Zaffani. Il presidente della nuova realtà sarà proprio quest’ultimo, mentre Luca Campedelli sarà presidente onorario. Proprio Campedelli ha raccontato ai nostri microfoni la genesi di questo progetto, nato, come ha definito lui, «con il cuore».

Il commento di Campedelli

«Dopo mesi di conoscenza ci siamo piaciuti e ho pensato fosse giusto ricominciare con loro, e qui. Sono fuori dal calcio da troppo tempo, era un mondo per me fonte di vita. Mi hanno accolto come se fossimo stati amici da sempre. Considero il Bottagisio l’apice di quello che ho fatto con il Chievo. È un’operazione partita dal cuore, sia da parte mia che da parte del Vigasio».

«Domani (oggi, ndr) ci sarà l’udienza per la revocazione. Se accettassero di demandare il tutto alla Corte Costituzionale, la macchina si metterebbe in moto. Non siamo certi di come si evolverà la situazione, possiamo solo aspettare. Cosa mi amareggia di più di questa storia? Tolto il fatto che hanno fatto sparire il Chievo, ovvero trent’anni del mio lavoro, il telefono che ha smesso di suonare».

Soddisfatto anche Zaffani

Durante la trasmissione Tuttocampo minuto per minuto, anche Zaffani aveva raccontato questo “matrimonio”. «È normale che un personaggio come Campedelli finisca in prima pagina. Qualsiasi società vive periodi floridi e periodi più difficili. Campedelli, in serie A, diciamo che è stato l’unico a pagare. Il sodalizio è partito ormai un annetto fa, e ora abbiamo deciso di sigillare la nostra collaborazione. Lo conosco molto bene, in lui ho sempre visto una scintilla in più. Ha fatto una cosa a mio avviso straordinaria, portare un quartiere di Verona nei preliminari di Champions League, è qualcosa che non si vede tutti i giorni. Poi quello che è successo è qualcosa che poteva succedere in qualsiasi azienda e società».

«A livello strategico ho scelto Luca perché ha un peso molto importante dal punto di vista calcistico. Con lui e la sua esperienza, sicuramente la squadra può sperimentare vantaggi e sponsorizzazioni che faranno del bene al Vigasio. A livello umano, come già accennavo, l’ho scelto perché nonostante tutto quello che ha passato lui è rimasto sempre se stesso. Ha sposato il nostro progetto, ha tantissima voglia di ripartire e far calcio, e ci ha scelti perché il Vigasio, a suo avviso, è un ambiente simile al suo Chievo», aveva concluso così il presidente del Vigasio.

Riguarda la puntata di Tuttocampo dedicata al Vigasio

LEGGI IL VERONA SPORT
Ricevi ogni domenica i risultati del calcio dalla Serie A ai dilettanti in tempo reale!
CLICCA QUI PER RICEVERE IL VERONA SPORT

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM