Il Revival Rally Club Valpantena si farà, ma senza pubblico

Il Comitato Organizzatore conferma la volontà di svolgimento dell'evento, nel rispetto dei protocolli sanitari. Le iscrizioni chiudono il prossimo 4 novembre. Disponibili sul sito tutti i moduli di autodichiarazione sportiva, tecnica e sullo stato di salute.

Il 18esimo Revival Rally Club Valpantena non si ferma. Il Comitato Organizzatore presieduto da Roberto Brunelli e composto da Sergio Brunelli, Gian Urbano Bellamoli, Paolo Saletti ed Alberto Zanchi conferma che l’edizione 2020 della celebre regolarità sport si svolgerà e che il lavoro di finalizzazione organizzativa prosegue.

Nonostante il periodo di difficoltà, l’affetto degli equipaggi non manca. Le iscrizioni pervenute fino ad oggi sono numerose e proprio questo aspetto ha aumentato la determinazione del gruppo di lavoro a non arrendersi.

«La nostra manifestazione è in calendario ACI Sport e per il momento non ci sono situazioni che impediscano il regolare svolgimento. Siamo in attesa del Regolamento Particolare di Gara approvato e vogliamo andare avanti anche per rispondere alla grande manifestazione di fiducia che ci hanno tributato ancora una volta tanti equipaggi inviando la loro iscrizione – ha commentato il Comitato Organizzatore. – Ovviamente seguiamo con costanza tutti gli aggiornamenti locali e nazionali e non mancheremo di dare informazioni tempestive nel caso di cambiamenti dovuti a nuovi DPCM».

Si tratterà di un’edizione diversa rispetto al solito, più contenuta in ogni aspetto non solo in quello prettamente sportivo, ma che manterrà la sua identità così come da sempre il Revival Valpantena ha offerto ai suoi concorrenti. Prove cronometrate spettacolari, organizzazione attenta e la consueta sfida con il pressostato della regolarità sport.

L’evento sarà a porte chiuse, come già annunciato. Il Comitato Organizzatore invita il pubblico a restare a casa: «il pubblico del Valpantena si è sempre distinto per la grande passione e la grande collaborazione – hanno proseguito i componenti del Comitato Organizzatore. – Quest’anno chiediamo uno sforzo importante, quello di seguire la gara da casa, evitando assembramenti lungo le prove cronometrate, e nel caso in cui ci si trovasse in zona, obbligatorio l’uso della mascherina e l’osservanza del distanziamento sociale, come previsto per la vita di tutti i giorni».

Tra gli equipaggi che hanno già confermato presenza ci sono anche dei nomi molto noti, piloti attualmente impegnati nel Campionato Italiano Rally Terra e già grandi protagonisti negli anni scorsi al Campionato Italiano Rally. Ma oltre a nomi di blasone, non mancano le tante belle auto, degli anni Ottanta e Novanta, che rappresentano il fulcro, l’essenza del Revival Rally Club Valpantena.

Per tutti i concorrenti, sul sito ufficiale sono stati caricati, nella sezione Documenti alla voce “Documenti Covid-19” tutti i moduli di autodichiarazione che andranno compilati e consegnati in originale al momento della Consegna Documenti (ex verifiche sportive).