Il Rally Due Valli festeggia i suoi primi 50 anni

L’edizione numero 40 in programma dal 6 all’8 ottobre tra Verona e le vallate dell’est sarà finale del CIAR Sparco, valido anche per il CIRA, Coppa Rally di Zona e Trofeo di Zona. Il rally parte con 187 iscritti. Crugnola punta al titolo italiano, tra i veronesi occhio ad Arbetti e Hoelbling, ma il favore del pronostico è per Gryazyn.

Rally Due Valli
La presentazione del Rally Due Valli di questa mattina in Sala Arazzi

Il Rally Due Valli festeggia i suoi primi 50 anni

Si è svolta questa mattina nella Sala Arazzi del Comune di Verona in Piazza Bra, la conferenza stampa di presentazione del 40° Rally Due Valli, l’edizione che celebra i primi 50 anni dell’evento creato dall’Automobile Club Verona valido come atto conclusivo del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco in programma dal 6 all’8 ottobre prossimi.

Erano presenti il Sindaco Damiano Tommasi, il Presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso, il Direttore Riccardo Cuomo, il Direttore di Gara Alberto Riva e i rappresentanti di partners e main sponsors dell’evento.

La prima notizia è che il Rally Due Valli non conosce crisi: saranno infatti 187 gli iscritti all’evento, decisivo appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, penultimo round del Campionato Italiano Rally Asfalto e round della Coppa Rally di 3^ Zona e del Trofeo Rally di 2^ Zona riservato alle auto storiche. 41 sono le vetture di classe Rally2/R5, le più performanti del momento in chiave moderna, con tutti i principali interpreti della specialità in Italia.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Programma

Venerdì 7 ottobre

La gara accenderà i motori venerdì mattina per lo shakedown (prove libere) a Grezzana, Loc. Busoni di Rosaro. Il via simbolico avverrà in Bra a partire dalle ore 14. I concorrenti della gara principale (quella valida per l’Italiano Assoluto e per l’Italiano Asfalto) disputeranno quindi tre prove speciali: la “Mezzane di Sotto” tra Castagnè e Mezzane di Sotto trasmessa in diretta TV su ACI Sport TV e RAI Sport a partire dalle ore 15:00. La gara proseguirà con due passaggi sulla “San Francesco” il secondo dei quali alle 21:57 in notturna. I concorrenti faranno ritorno al Bentegodi per l’assistenza alle ore 20.

Sabato 8 ottobre

Sabato 8 la gara proseguirà con altre otto prove speciali. Le quattro prove da ripetere saranno:

  • “Moruri”, con partenza dal Pian di Castagnè ed arrivo a Mezzane di Sotto passando per Moruri appunto;
  • “Marcemigo”, con lo sviluppo ad anello tra Tregnago, Cancello e quindi ancora Tregnago;
  • “Vestenavecchia”, con partenza da Loc. Collina ed arrivo a Bolca;
  • “Ca’ del Diaolo” con discesa tra Bolca e il Ristorante Ca’ del Diaolo.

Parco Assistenza al Parcheggio C dello Stadio Bentegodi, arrivo nuovamente in Piazza Bra dalle ore 20:30.

Le validità Coppa Rally di Zona e Trofeo Rally di Zona (auto storiche) disputeranno solo 6 prove speciali agganciandosi in coda al CIAR-CIRA dalla PS “Vestenavecchia”. Arrivo in Bra per tutti i partecipanti. Il centro direzionale dell’evento sarà ancora una volta al Payanini Center di Via San Marco.

Rally therapy 

Rally Due Valli 2022
Foto d’archivio

Dopo le due edizioni frenate dal Covid, l’Automobile Club Verona, in collaborazione con l’ULSS 9 Scaligera e con la forte energia di Gianpietro Ceschi, tornerà a organizzare Rally Therapy – A Bordo di un sogno, l’iniziativa sociale che avvicina ragazze e ragazzi con disabilità al mondo delle auto da competizione a scopo terapeutico e benefico.

Ecco quindi che nella giornata di venerdì, sul tratto di strada utilizzato per lo shakedown (prove libere), dalle ore 16 alle ore 18 circa 15 vetture da corsa storiche e moderne porteranno a spasso una cinquantina di ragazze e ragazzi con disabilità, per far vivere loro l’emozione e l’adrenalina delle corse. A guidare saranno piloti gentlemen di Verona coinvolti in prima persona con le proprie auto. L’iniziativa sarà coperta quasi in diretta sulle pagine social dell’Automobile Club Verona e del Rally Due Valli.

Copertura TV

La gara godrà di un’imponente copertura televisiva che coinvolgerà ACI Sport TV (Canale 228 SKY), MS Motor TV (Canale 229 SKY), RAI Sport (Canale 58 Digitale Terrestre) e tutte le emittenti locali. Su ACI Sport TV la copertura sarà pressoché sempre in diretta fin dalla partenza, con la trasmissione anche della SPS1, della PS4 e PS8. Sulla prima il commento tecnico sarà affidato ad Umberto Scandola, sulla PS4 e PS8 ad Alberto Battistolli, sempre con la conduzione di Camilla Ronchi.

I nomi

La gara principale, quella valida per CIAR e CIRA, vedrà al via 106 contendenti tra i quali i due principali equipaggi in lotta per la corona. Da una parte Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto (Citroen C3 Rally2) ai quali bastano due punti per laurearsi matematicamente campioni italiani 2022, dall’altra Damiano De Tommaso e Massimo Bizzocchi (Skoda Fabia Rally2 Evo) che al termine della migliore stagione disputata dal varesino in carriera, possono ancora tentare una rimonta che avrebbe comunque dell’incredibile.

Alle loro spalle tutti i protagonisti del tricolore assoluto, con qualche guest star inedita e l’inserimento degli equipaggi del CIRA. Si contano quindi:

  • Stefano Albertini e Danilo Fappani (Skoda Fabia Rally2 Evo),
  • Giandomenico Basso e Lorenzo Granai (Hyundai i20 N Rally2),
  • Ciuffi-Gonella (Skoda Fabia Rally2 Evo),
  • Simone Campedelli-Tania Canton (Skoda Fabia Rally2 Evo),
  • Pinzano-Zegna (Volkswagen Polo GTi Rally2),
  • Testa-Inglesi (Skoda Fabia Rally2 Evo),
  • Carella-Fenoli (Skoda Fabia Rally2 Evo).

Riflettori puntati però su Nikolay Gryazyn e Konstantin Aleksandrov (Skoda Fabia Rally2 Evo). Il fortissimo pilota russo, inserito nell’egida Red Bull nel corso delle scorse stagioni, ha scelto il Rally Due Valli per continuare la sua stagione e i bookmakers lo danno come il maggiore favorito dopo le vittorie al Rally di Alba e al Rally del Vermentino in Sardegna.

Interessante anche la partecipazione degli argentini Paulo Gabriel Soria Sanchez e Azel Jimenez Coronado, vincitori quest’anno del Clio Trophy by Toksport WRT nel Campionato Europeo e all’esordio sulla Skoda Fabia Rally2 Evo.

Tra i veronesi come annunciato prima dell’estate, torna al Rally Due Valli Emanuele Arbetti, navigato da Samanta De Colle su Skoda Fabia Rally2 Evo. Il pilota con il maggior numero di podi nella gara di Verona si giocherà il vessillo del miglior scaligero con Luca Hoelbling, navigato da Justin Bardini, su un’altra Skoda Fabia Rally2 Evo. Occhio anche a Mattia Scandola, il più giovane della dinastia, che sarà al debutto assoluto nel rally di casa dove già si sono distinti nonno Giuliano, papà Riccardo e zio Umberto. Sandola Jr. sarà navigato da Alessandro Franco su una Ford Fiesta Rally4.

Nella Coppa Rally di 3^ Zona (CRZ) sono 61 gli iscritti e pare che potrebbero essere proprio i veronesi a farla da padrone. Federico Bottoni e Sofia Peruzzi (Skoda Fabia Rally2 Evo) partono da prioritari ed inseguono il successo nella gara di casa contro il camuno Ilario Bondioni che navigato da Sofia D’Ambrosio (Skoda Fabia Rally2 Evo) difenderà il successo dello scorso anno.

La lista prosegue poi anche con Costenaro-Gambasin (Skoda Fabia Rally2 Evo), che questa volta abbandonano le storiche per cimentarsi nella gara moderna, Roberto Righetti nuovamente con Diego Rossi (Skoda Fabia Rally2 Evo) come non accadeva al Due Valli dal 2016, e poi ancora Strabello-Gasparotto (Citroen C3 Rally2), Cunegatti-Righetti (Skoda Fabia Rally2 Evo) per citarne alcuni, con un elenco che sommando CIAR, CIRA e CRZ conta ben 41 vetture di classe R5/Rally2 al via, massima espressione tecnica delle competizioni tricolori odierne.

Il 17° Rally Due Valli Historic

Dennis Tezza vincitore del 16° Rally Due Valli Historic
Dennis Tezza vincitore del 16° Rally Due Valli Historic

Facendo invece un salto indietro nel passato, interessante anche la sfida del 17° Rally Due Valli Historic, valido per il Trofeo Rally di 2^ Zona auto storiche. Assente Denis Tezza, vincitore 2021, i favori del pronostico sono per il veronese Nicola Patuzzo che con Alberto Martini, si presenta ai nastri di partenza con la Ford Sierra Cosworth così come Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi, pretendenti sicuri alla vittoria.

Attenzione alla Porsche 911 RS di Bernardino Marsura e Massimiliano Menin, vincitori quest’anno al Valsugana Historic, e alla Lancia Delta di Ivo Zanini e Marco Marcigaglia che già erano stati al comando delle operazioni nel 2021 prima del ritiro. Tra i piloti che potrebbero dire la loro anche Agostino Iccolti e Giuseppe Ferrarelli (Ford Sierra Cosworth), Alberto Sanna ed Alfonso Dal Brà (Porsche 911 SCRS), Massimo Zanin e Cristiano Rosina (BMW M3) quest’anno in evidenza sia al Lessinia Rally Historic che al Valsugana Historic.

Glamour

Per la prima vera edizione post Covid, che coincide anche con i festeggiamenti per i primi 50 anni del rally di Verona, tante saranno le iniziative dedicate, su tutte l’arrivo in Piazza Bra di sabato sera che, dalle 20:30, diventerà una vera e propria festa per la città. L’Automobile Club Verona allestirà anche uno speciale Motorhome Hospitality per gli ospiti dell’organizzazione. Lo stesso truck sarà presente anche sulla SPS1 “Mezzane di Sotto”, la prova spettacolo d’apertura, e sulla PS5 “Marcemigo” di sabato mattina.

Tutte le informazioni, gli orari di chiusura strade, il programma e quant’altro, sono disponibili sul sito ufficiale rallyduevalli.it.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM