Il Castelnuovo salpa verso l’Eccellenza

Originale presentazione delle maglie per il Castelnuovo Calcio, che sulle acque del Lago di Garda dà il via alla nuova stagione che la vedrà protagonista nel campionato di Eccellenza veneto. Il DS Fabrizio Gilioli ci illustra le prospettive e le novità in casa dei gardesani.

Foto ricordo della presentazione delle maglie del Castelnuovo Calcio. A destra il sindaco Dal Cero con al suo fianco la consigliera alle politiche giovanili Francesca Tinelli.

Comincia un viaggio

Il Castelnuovo ritorna in Eccellenza e lo fa ripartendo dalle acque del Lago di Garda; da qui il prossimo settembre alzerà le ancore per percorrere la traversata più importante e avventuriera della sua storia recente. La nuova stagione doveva iniziare proprio da lì, dal lago più grande d’Italia. Così il Castelnuovo Calcio, ispirandosi ad un’associazione di volontari del paese, ha voluto dare il fischio d’inizio della nuova annata sopra ad un’imbarcazione, dove durante la navigazione, tra un tuffo e un aperitivo, ha presentato in maniera originale le maglie del prossimo campionato.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Una presentazione delle maglie originale

Foto che immortala uno dei momenti dell’evento sull’imbarcazione

«È stata un’iniziativa nata dai dirigenti della società, in particolare dal team manager Gianmaria Dalle Vedove. L’obiettivo principale era fare incontrare i ragazzi prima dell’inizio della preparazione per fare gruppo. Questo momento è stato un’occasione anche per promuovere il turismo della nostra zona e dei suoi tre splendidi lidi balneari». Così il sindaco di Castelnuovo del Garda Giovanni Dal Cero, che poi riprende: «Mi sono molto divertito durante questo evento. Ho avuto il piacere anche di rincontrare l’ex mister Francesco Ferrari che mi allenava al Castelnuovo quando avevo sulle spalle quella maglia numero tre che i ragazzi mi hanno fatto indossare durante la presentazione delle divise».

Poi sull’importanza del momento Dal Cero sottolinea: «Questo evento è stata un’occasione per iniziare a costruire la forza del gruppo, che è fondamentale nello sport. Questi ragazzi devono essere un esempio per i nostri giovani, che mai come ora attraversano un periodo complicato. Gli adolescenti oggi sono circondati di modelli di facile successo, ma per ottenere le vittorie bisogna fare fatica, metterci impegno, costanza, dedizione ed essere predisposti ad imparare».

La nuova stagione del Castelnuovo secondo il DS Gilioli

Sempre ai nostri microfoni è intervenuto Fabrizio Gilioli, direttore sportivo del Castelnuovo ritornato in riva al lago dopo l’esperienza al Valgatara. Il DS dei gardesani ci ha presentato la nuova stagione che si apprestano ad affrontare in Eccellenza, un campionato che come lui ammette sarà molto competitivo e ricco di insidie: «L’obiettivo primario sarà salvarsi. Il campionato di Eccellenza è un torneo importante. Su tutte vedo favorite il Vigasio, la Clivense, l’Ambrosiana (ndr se non viene ripescata in D) e il Bassano. Anche la Belfiorese si è rinnovata e ha rimpolpato l’organico. L’imperativo che voglio trasmettere alla squadra è dare il massimo, non c’è cosa fondamentale nel calcio che dare il massimo».

Gilioli annuncia anche le conferme e i nuovi arrivi nella scuderia: «Abbiamo voluto tenere lo zoccolo duro dell’anno scorso che ci ha permesso di raggiungere la promozione con giocatori importanti come Bertasini, Margotto, Ceschi, Bonfigli, Biasi, Cadete e Petillo. Poi abbiamo fatto degli acquisti mirati. Sono arrivati il portiere classe 2004 Maimihai dal Legnago, Lampugnani ex Mantova, il centrale difensivo Edoardo Rossi, Ambrosi dalla Virtus, Centomo dall’Albaronco, Aloisi dal Villafranca, Gianmarco Rossi dal Caldiero e Borgogna, ragazzo di straordinaria umiltà che riprende a giocare dopo un periodo che aveva smesso.

Al riconfermato mister Gianni Canovo, Gilioli conferma l’ingresso nello staff tecnico di Luigi Lupoli, giovane e qualificato preparatore dei portieri in possesso del patentino UEFA B: «Sono sicuro che Gigi lavorerà sodo per valorizzare i nostri numeri uno con la sua professionalità e il suo entusiasmo. Il preparatore dei portieri è una figura fondamentale al giorno d’oggi per la crescita degli estremi difensori».

LEGGI ANCHE: Incubo a San Bonifacio: prigioniera per otto giorni

Il DS del Castelnuovo poi fa una riflessione sulle ultime stagioni che hanno visto penalizzare i giovani, in particolare quelli nati nell’annata 2001: «Mi è dispiaciuto che alcuni di loro gli abbiamo dovuti dar via in prestito. C’è un problema a monte: bisognava adottare il provvedimento del blocco annata la passata stagione con l’obbligatorietà in campo di tre 2000, 2001 e 2002. Quest’anno escludendo i 2001 abbiamo dovuto far spazio ai nuovi fuoriquota del 2002, 2003 e 2004 che in Eccellenza avranno l’obbligo di giocare titolari almeno uno per annata. Da un lato i 2001 hanno perso almeno due anni con la pandemia, dall’altro i 2004 rischiano di non arrivare pronti quest’anno. L’allenamento e la preparazione che è mancata in queste due stagioni ha giocato un brutto scherzo e molti scompensi ai giovani. Alcuni hanno anche abbandonato il calcio».  

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv