Il baseball per ciechi e ipovedenti approda per la prima volta a San Bonifacio

Mattinata all'insegna dell'inclusione e del divertimento a San Bonifacio, con il Crazy Sambonifacese che ha ospitato un evento educativo e dimostrativo di Beep Baseball.

Una giornata indimenticabile, per tutti i partecipanti. Sabato 18 giugno si è tenuto un evento dimostrativo di Beep Baseball, disciplina collegata al baseball e destinata a persone cieche o ipovedenti, che per la prima volta è arrivata a San Bonifacio.

Il Crazy Sambonifacese ha ospitato e organizzato con piacere l’appuntamento, che si inserisce perfettamente nella visione del club, da sempre convinto della formidabile forza di inclusione sociale propria dello sport.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

L’evento, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di San Bonifacio, è stato realizzato in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Verona e del Baseball Softball Club Rovigo.

Giocatore di Beep Baseball che si appresta a dimostrare una battuta.

La mattinata si è aperta con gli interventi del presidente del Crazy Sambonifacese, Simone Lonardi, dell’assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Bonifacio, Anna Sterchele, e della presidente Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Verona, Patrizia Mirandola.

Successivamente è toccato a Loris Bucca, manager della squadra di baseball per ciechi del Baseball Softball Club Rovigo, illustrare i fondamenti e le modalità di gioco del Beep Baseball, disciplina alla quale si dedica e che promuove da anni. A quel punto, guidati dal tecnico rodigino, alcuni ragazzi e ragazze con disabilità visiva hanno dato una dimostrazione di gioco ai presenti.

Alcuni dei presenti all’evento che si cimentano con il Beep Baseball

A quel punto è toccato a tutti i presenti sperimentare il Beep Baseball. Tecnici e dirigenti del Crazy Sambo, alcuni assessori del Comune di San Bonifacio, ragazzi e ragazze presenti, appositamente bendati, hanno provato cosa significa fare sport senza l’ausilio della vista. Un momento che rimarrà nella memoria di molti.

LEGGI ANCHE: Tommasi day, ora si comincia: «Un futuro da scrivere insieme»

Simone Lonardi – presidente Crazy Sambonifacese: «La passione per lo sport che non conosce limiti. Portare il Beep Baseball, disciplina dedicata a persone cieche o ipovedenti, a San Bonifacio ci ha fatto avvicinare ad un mondo nuovo. Ha permesso a tutti noi di confrontarci in maniera diversa con sensazioni e movimenti che spesso diamo troppo per scontati. Siamo davvero felici di aver potuto dare vita ad un momento di vera inclusione sociale. Lo sport può e deve essere aperto a tutti. Così come lo è il mondo del Crazy Sambo».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv