Grande festa a Verona per il 104° Giro d’Italia

Oggi a Buongiorno Verona è protagonista il Giro d'Italia che alle 12.15 è partito da Ravenna per arrivare a Verona, percorrendo la "Tappa Dantesca". Il giro passa da Trevenzuolo, Vigasio, Casteldazzano e il traguardo sarà in Corso Porta Nuova. Il pubblico non sarà ammesso a vedere la gara, nonostante l'evento stia creando molta attesa. Un evento che va a coincidere anche con un'altra festività veronese, San Zeno, il Patrono della città.

Oggi a Buongiorno Verona è protagonista il Giro d’Italia che alle 12.15 è partito da Ravenna per arrivare a Verona, percorrendo la Tappa Dantesca. Il giro passa da Trevenzuolo, Vigasio, Casteldazzano e il traguardo sarà in Corso Porta Nuova. Il pubblico non sarà ammesso a vedere la gara, nonostante l’evento stia creando molta attesa. Un evento che va a coincidere anche con un’altra festività veronese, San Zeno, il Patrono della città.

Cunego: «Un Giro molto divertente»

«Il Giro d’Italia l’ho fatto 12 volte, è una corsa da preparare bene, sono 21 giorni e quindi è uno sforzo fisico e mentale. La cosa bella è che a volte si arriva proprio nella propria città quindi con i propri tifosi» afferma Damiano Cunego, ciclista e vincitore del Giro d’Italia 2004. «Molto sono i cambiamenti da quando ho cominciato, i tempi, i ritiri, gli abbigliamenti. Ho cavalcato diverse ere e il tempo cambia sicuramente anche l’approccio».

Eddi Tosi: «Per Vigasio una grande festa e un orgoglio»

«Siamo pronti e siamo in festa, molto contenti che oggi il Giro torni a Vigasio, l’ultima volta è stata vent’anni fa» afferma Eddi Tosi, sindaco di Vigasio. «Da due settimane stiamo lavorando alla sicurezza della carovana del Giro, mettendo in campo anche molti volontari che ringrazio».

LEGGI ANCHE Verona aspetta il 104° Giro d’Italia

Eros Torsi: «A Trevenzuolo c’è molta trepidazione, il Giro mancava dal 1967»

«Siamo pronti, abbiamo messo in campo diverse forze per gestire al meglio l’organizzazione. C’è molta trepidazione perché è da 54 anni che il Giro non passa da Trevenzuolo, l’ultima volta è stato nel 1967» spiega Eros Torsi, sindaco del Comune di Trevenzuolo. «In particolare c’è attesa nella frazione di Roncolevà che da più di sessant’anni organizza la Corsa ciclistica. Il gruppo ciclistico ha costruito proprio una bicicletta molto grande posta a lato del percorso. Il mio è anche un invito a seguire il Gran Premio di Roncolevà del 26 giugno, corsa d’Elite Under 23 che si corre da 63 anni».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM