Giro d’Italia, Cunego “vede bene” Nibali

Ciclismo Vincenzo Nibali Damiano Cunego
Italian cyclist Vincenzo Nibali of Bahrain - Merida team, before the start of the 14th stage of the Giro d'Italia cycling race, over 131 km from Saint-Vincent to Courmayeur, Italy, 25 May 2019. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

L’ex campione ad Aprica per presentare la Granfondo a lui intitolata.

«In questo Giro d’Italia vedo bene Vincenzo Nibali, anche se Carapaz e Roglic sono due bei “cagnacci”. Davvero difficili da battere su ogni terreno. Penso e spero che Vincenzo possa attaccarli e vincere a Verona». Damiano Cunego auspica un finale di Giro all’insegna dello “Squalo”, attualmente terzo nella generale, a 1’47” da Carapaz e 1′ da Roglic.

Cunego oggi si è presentato all’arrivo della sedicesima tappa per presentare la 15esima Granfondo Gavia e Mortirolo, che si disputerà il 23 giugno ad Aprica. Il vincitore del Giro d’Italia 2004, di tre ‘Lombardia’ e di un’Amstel, farà da apripista all’evento che va in scena sulle strade del tappone odierno del Giro d’Italia. Tre i percorsi a disposizione dei cicloamatori: corto, 80 km, con 2.160 mt di dislivello; percorso medio, 150 km, 3.822 mt di dislivello; percorso lungo, 170 km, per 4.200 mt di dislivello. «L’anno in cui vinsi il Giro – ricorda Cunego – riuscìi a ottenere il successo dopo che avevamo attraversato il Gavia». (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.