Fragilità emotiva come risorsa nella vita e nello sport

Lunedì 14 dicembre 20.30 alle 22.00 Associazione Invisibili organizza un meeting on line sulla delicata e forte tematica della "fragilità emotiva". «Nel nostro incontro vorremmo dimostrare come essere emotivi sia una virtù necessaria per trovare nuovi punti di forza, risorse e punti di riferimento» afferma Giuliana Guadagnini, tra le fondatrici dell’Associazione Invisibili.

Lunedì 14 dicembre 20.30 alle 22.00 Associazione Invisibili, in collaborazione con i suoi partner Rugby Valpolicella, Country House Horse e SSD Cittadella Women e sostenitori Caffè Pavin e Boscaini, organizza un meeting on line sulla delicata e forte tematica della “fragilità emotiva”.

«La fragilità emotiva consiste nella sensazione di andare in pezzi e perdere il proprio senso di interezza, equilibrio e stabilità» afferma Giuliana Guadagnini, psicologa clinica specializzata in psicologia dello sport, tra le fondatrici dell’Associazione Invisibili. «Quali passi uno dopo l’altro dovremo percorrere per trovare la strada dell’interezza? Superare la fragilità emotiva è un progressivo allenamento alla consapevolezza di emozioni, pensieri e corpo per ritrovare interezza, stabilità, forza, flessibilità di pensiero e tanto altro, innanzi agli imprevisti e prove dell’esistenza». 

«Può la fragilità emotiva divenire una risorsa? Perché sia vista come un valore e non una mancanza. Nel nostro incontro vorremmo dimostrare come essere emotivi non significhi essere fragili, ma sia invece una virtù necessaria per trovare nuovi punti di forza, risorse e punti di riferimento» prosegue. «Ne parleremo con esperti e testimonial, tra cui Niki Leonetti, che è anche consigliere comunale di Cavaion, fondatore del progetto “Sipuòfare”. Dedica la sua vita alla promozione dell’inclusione
delle persone con disabilità nella nostra società
. La sua missione è abbattere le barriere mentali e fare della diversità un’opera d’arte. La sua testimonianza è importante perché va anche nelle scuole a raccontare la sua storia».

«Ci sarà anche Davide Tamellini, Presidente di UILDM Verona ONLUS Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, che vive di persona questa malattia e per questo può dare un forte messaggio e Alessandro Ossola, Presidente BIONIC PEOPLE – Adaptive Athlete & Bionic Model, che in un incidente ha perso la moglie e una gamba, è oggi è un atleta paralimpico» continua.

«Ci saranno gli studiosi Marco Ballico, medico psicologo e psicoterapeuta, Gabriella D’Avanzo, fibromialgica, che parlerà della fibromialgia, una malattia neurologica che colpisce soprattutto le donne e Don Giovanni Fasoli, psicologo psicoterapeuta. Moderatrice della serata Annalisa Tiberio, referente della Rete Legalità e Cittadinanza» conclude. «Parleremo di malattie che non si conoscono molto e per questo è giusto approfondirle, ma il nostro vuole essere soprattutto un messaggio di speranza in questo momento di difficoltà, in cui c’è tanta depressione, ma serve reagire e dobbiamo farlo tutti insieme. Fare l’incontro online non è la stessa cosa ma speriamo che il nostro messaggio passi anche attraverso lo schermo».

Per partecipare alla riunione collegarsi al link Google Meet.

LEGGI ANCHE Movember, il “mese dei baffi” per sensibilizzare alla prevenzione maschile