Emilio Montresor, da 26 anni alla guida del Bussolengo Calcio

Il presidente del Bussolengo, ospite di Radio Adige TV, ha raccontato la filosofia della società e gli obiettivi per gli anni a venire. Uno su tutti: far crescere i giovani e il settore giovanile.

Emilio Montresor è alla guida del Bussolengo Calcio da ben 26 anni. Montresor ha raccontato ai microfoni di Adige Sport cosa significa essere Presidente di una società con un bacino di utenza molto ampio, di quasi trecento atleti: la chiave è avere collaboratori competenti e investire sul settore giovanile.

CALCIO: TUTTI I RISULTATI IN TEMPO REALE, DALLA SERIE A AI DILETTANTI

Benvenuto Presidente. Subito una curiosità: lei ha giocato a calcio sono una volta. Ce la racconta?

Si, ho giocato solo una partita amichevole contro le donne. È stata l’unica volta che ho messo gli scarpini con i tacchetti. Correvano molto più di noi: noi avevamo una certa età, loro invece erano in forma.

Il Bussolengo Calcio è una realtà molto importante, con un bacino di utenza di un certo spessore. Che difficoltà ci sono nel fare calcio a Bussolengo?

Le difficoltà che hanno un po’ tutte le società. Per quanto riguarda i numeri, siamo molto contenti: addirittura abbiamo qualche annata in cui abbiamo numeri per fare due squadre. Le difficoltà sono quelle di gestire gli atleti, i genitori, gli allenatori. Tutto sommato ci ho fatto il callo dopo 26 anni di attività. Io coordino le gestioni di tutti i nostri collaboratori: per gestire un gruppo di quasi 300 atleti servono collaboratori con grandi capacità, volontà e dedizione.

Sulla home page del vostro sito si legge una massima: “La cosa importante non è il gol, ma il percorso che i ragazzi fanno, i valori trasmessi, il sacrificio, il gioco di squadra. È questo che eleva, che porta in alto”. Ce la commenta?

Io ho sempre trasmesso questo messaggio, che sento mio. Forse qualcuno diventerà un campione, di sicuro tutti diventeranno uomini. Non costruiamo solo un percorso tecnico, sportivo, ma anche un percorso educativo.

La sua prima squadra milita in prima categoria. I giocatori sono quasi tutti di Bussolengo. È orgoglioso di questo?

Si, a parte un paio di giocatori, tutti gli altri sono passati dal nostro settore giovanile. Questa è un po’ la nostra caratteristica: fare di necessità virtù e disporre equilibratamente delle risorse che abbiamo tra il settore giovanile e la prima squadra. Il calcio va fatto per i più piccoli, e chi merita arriverà fino in prima squadra.

A proposito dell’importanza di creare le basi per il futuro, di recente c’è stato un rimpasto societario, con nuovi dirigenti più giovani.

Quest’anno c’è stato un cambio significativo dal punto di vista gestionale, con l’avvento di Giampaolo Girelli come nuovo responsabile tecnico della società. Girelli porta un bagaglio di esperienze enorme, perché è stato al Chievo e in altre società prestigiose del territorio. Per guardare a una prospettiva futura, sono entrati nuovi soci più giovani: così gettiamo le basi per una continuità di lavoro.

Lei è stato premiato dal Comune di Bussolengo con il Premio San Valentino. Ci racconta perché?

Si, perché nel periodo di maggiore difficoltà per la pandemia ho messo a disposizione la mia azienda, il personale e le strutture per produrre e regalare mascherine agli abitanti di Bussolengo e dei paesi limitrofi. È stato un momento commovente. Non ci siamo tirati indietro, abbiamo dato il 100% per fare qualcosa che potesse andare a vantaggio di tutta la comunità.

Un’ultima domanda: che cosa spera di trovare il Bussolengo Calcio sotto l’albero di Natale?

Beh, vorrei con tutto il cuore salvare la prima squadra in prima categoria. E sono convinto che i ragazzi ce la faranno. Poi vorrei che il settore giovanile porti frutti abbondanti in prospettiva futura.

Leggi “Adige Sport”,
il settimanale di Verona Network

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK