Elia Viviani: «Siamo tutti sulla stessa barca»

«Non penso - dice il ciclista veronese - che quelli del calcio siano penalizzati, perché comunque tutti i team italiani sono sulla stessa barca».

Elia Viviani
Elia Viviani

Il campione europeo e olimpionico della pista Elia Viviani ha parlato all’Ansa in vista della ripresa degli allenamenti.

«La situazione del calcio, e di altri sport di contatto, è delicata e diversa rispetto a quella del ciclismo. Anche noi affronteremo il problema degli assembramenti: per quanto riguarda le gare sento dire che, prima di agosto, non se ne parla. Il nostro allenamento prevede di prendere la bici e pedalare da soli».

«Non penso – aggiunge il veronese – che quelli del calcio siano penalizzati, perché comunque tutti i team italiani sono sulla stessa barca. Nessuno si può allenare assieme per ora. Penso anche che loro, anche se a porte chiuse, partiranno molto prima di noi con le partite». (Ansa)