Elia Viviani, piccolo problema cardiaco per il campione veronese

Problema cardiaco nei giorni scorsi per Elia Viviani, campione velocista di Cofidis. «Sono molto felice di aver identificato il problema e di andare avanti. Dovremo osservare due settimane di riposo prima di riprendere gli allenamenti e guardare alla nuova stagione ma la mia motivazione è intatta» afferma il veronese.

Problema cardiaco nei giorni scorsi per Elia Viviani, campione velocista di Cofidis. Terminato il corso di formazione organizzato dal team Cofidis a Benidorm, in Spagna, al suo ritorno in Italia durante l’allenamento, il campione veronese ha notato un lieve problema al battito cardiaco. In accordo con il suo medico personale e l’unità medica Cofidis, si è sottoposto ad una serie di esami cardiaci presso la clinica di Ancona, rinomata per la sua competenza nel settore.

«Mercoledì è stato sottoposto a un’elettrofisiologia interventistica che può diagnosticare possibili aritmie» ha spiegato Michel Cerfontaine, medico di riferimento del team. «È andato tutto liscio e con successo. Ora osserverà un periodo di riposo di due settimane prima di pianificare la nuova stagione».

«Dopo uno stage con il team, sono partito per allenarmi in Italia. Domenica scorsa ho avuto un problema con il mio battito cardiaco. Insieme al mio medico personale, abbiamo deciso di effettuare un check-up completo nella clinica di Ancona» afferma il campione veronese. «Dopo questi test, ho subito una piccola operazione che ha avuto successo. Sono molto felice di aver identificato il problema e di andare avanti. D’ora in poi dovremo osservare queste due settimane di riposo prima di riprendere gli allenamenti e guardare alla nuova stagione. E la mia motivazione è intatta!».

Elia Viviani deve ora osservare due settimane di riposo prima di poter rimontare in sella e programmare la prossima stagione, determinato a far brillare i colori di Cofidis da febbraio sulle strade dell’UAE Tour.

LEGGI ANCHE Stellantis e il mercato automobilistico in Italia