Delusione a Piacenza per la Scaligera. Mercoledì altra trasferta

Turno infrasettimanale per la Tezenis Verona che a Casale Monferrato andrà ad affrontare mercoledì 16 dicembre alle 18 la Novipiù Monferrato, dopo le due sconfitte contro Biella e Piacenza. «Dobbiamo essere più concreti e bisogna svegliarci al più presto» commenta Coach Diana dopo la partita persa contro Piacenza.

Seconda sconfitta consecutiva, dopo la partita contro Biella, per la Tezenis Verona che, sabato 12 dicembre, perde sul campo dell’Assigeco Piacenza 78 a 71. Ora la testa va subito a mercoledì 16 dicembre alle 18 quando affronterà il Casale Monferrato, nel recupero della prima giornata.

Deluso il coach Diana. «Prima di tutto complimenti a Piacenza che ha portato a casa la vittoria. Venendo a noi, non sono per niente contento della partita che abbiamo fatto. Penso sia scontato ma bisogna essere concreti e a noi è mancata concretezza sia sul lato del campo a livello offensivo, basti pensare a tutti i tiri da sotto che abbiamo sbagliato e a tutte le opportunità che c’erano di segnare».

«Mi riferisco anche a canestri “facili” o dopo dei cambi, quindi con un vantaggio fisico importante. La concretezza ci è mancata anche in difesa dove alla fine abbiamo concesso troppo» prosegue nell’analisi. «Sia da situazioni di mezzo contropiede, nemmeno troppe, ma tante situazioni derivate da una mancanza di concretezza nel chiudere una difesa di 24 secondi che portano ad una difesa completa. E mi riferisco ad un canestro preso all’ultimo secondo, palle vaganti perse e poi regalati due punti agli avversari, o concedendo canestro e fallo».

«Alla fine, se sommiamo tutte queste cose, in una partita come questa, che poteva essere punto, questa concretezza conta. Conta come conta l’approccio che abbiamo avuto nel terzo quarto. Sicuramente il 22-11 del terzo quarto è stato il parziale che poi ha dato fiducia a Piacenza» conclude. «A noi è toccato rincorrere, inserendo un po’ di zona per mischiare le carte però, in conclusione, diciamo che dobbiamo essere più concreti e bisogna svegliarci al più presto».

La partita

Una gara equilibrata nel primo tempo ma, in apertura di terzo quarto, Verona subisce il gioco della formazione di casa, che allunga fino al +11. La Tezenis cerca di recuperare a più riprese senza però riuscire a concretizzare. Nell’ultimo quarto coach Diana ha dovuto rinunciare anche a Giga Janelidze, infortunatosi alla caviglia.

Rosselli mette i primi punti della Tezenis dopo il break iniziale di Piacenza (5-3). L’infrazione di passi fischiata a Molinaro, regala il nuovo possesso ai gialloblù che accorciano ancora sul 9-7 con Bobby Jones, abile a trovare due punti in avvicinamento. Il primo vantaggio degli ospiti lo firma Candussi con la tripla che vale il 9-10.

La gara accelera e in pochi minuti si arriva sul 16-16, dopo il contropiede finalizzato da Caroti. Verona mette in campo energia e chiude il primo quarto in vantaggio, 18-19, con la tripla finale di Severini. La Tezenis tenta il primo allungo. I punti di Janelidze e ancora Severini, in rapida sequenza, regalano il 20-24. Verona continua a proporre una difesa solida, contro la quale l’Assigeco fatica. La tripla di Cesana (25-27) riavvicina le due squadre ma prontamente Janelidze trova il canestro dalla lunga distanza che vale il 25-30.

Verona spreca in attacco, Piacenza si affida a Cesana ed è proprio lui a fissare il punteggio sul 32 pari a due minuti e mezzo dalla fine. Dopo il time out di coach Diana, Tomassini piazza prontamente la tripla ma il finale è punto a punto. Il primo tempo si chiude sul 36-37.

Candussi apre il secondo tempo commettendo il terzo fallo che vale un gioco da tre punti per Piacenza. I padroni di casa sono perfetti in attacco, la Tezenis fatica invece a costruire tiri aperti e l’Assigeco piazza il break di 11-0 che vale il 47-37 dopo soli tre minuti. I primi punti arrivano con i liberi di Tomassini ma Verona non riesce più a recuperare. Si chiude il terzo quarto di gioco sul 58-48.

Il primi due minuti dell’ultimo quarto sono tutti gialloblù. Difesa a zona efficace da un lato, dall’altro Greene trova i suoi primi punti, Janelidze e Severini mettono canestri pesanti che riportano sotto Verona fino al 58-55. In un attimo, dopo il time out di Salieri, Piacenza piazza il controbreak riconquistando la doppia cifra di vantaggio (67-57). Janelidze esce per infortunio, ma Greene e Candussi riportano la Tezenis sul -5.

L’Assigeco si affida a McDuffie (70-62) con Verona che prova a recuperare in tutti modi. La tripla di Rosselli dà nuovo ossigeno alla Tezenis ma nel finale manca di precisione e l’Assigeco si porta a casa la partita, chiudendo sul 78-71.

Tabellini

UCC Assigeco Piacenza – Tezenis Verona 78-71 (18-19, 18-18, 22-11, 20-23)

UCC Assigeco Piacenza: Markis Mcduffie 19 (4/7, 2/5), Luca Cesana 14 (4/6, 2/4), Tobin Carberry 12 (6/9, 0/1), Matteo Formenti 11 (1/3, 1/3), Tommaso Guariglia 7 (2/3, 0/2), Federico Massone 7 (2/4, 1/2), Lorenzo Molinaro 6 (3/3, 0/2), Giovanni Poggi 2 (1/1, 0/0), Nemanja Gajic 0 (0/0, 0/1), Alessandro Voltolini 0 (0/0, 0/0), Nicola Perotti 0 (0/0, 0/0), Stipe Jelic 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Lorenzo Molinaro 7) – Assist: 17 (Luca Cesana 6)

Tezenis Verona: Francesco Candussi 12 (4/10, 1/2), Giovanni Severini 11 (1/3, 3/7), Bobby ray Jones 10 (4/9, 0/1), Lorenzo Caroti 9 (3/4, 1/4), Guido Rosselli 8 (1/2, 2/3), Phil Greene iv 7 (1/3, 1/9), Giovanni Tomassini 7 (1/5, 1/3), Giga Janelidze 7 (2/4, 1/1), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Andrea Colussa 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Guido Rosselli 8) – Assist: 15 (Phil Greene iv 5)

Prossimo turno a Casale Monferrato mercoledì 16 dicembre alle 18 contro Novipiù Monferrato per il recupero della prima giornata di campionato.