Dalla Regione Veneto 1,69 milioni per gli impianti sportivi

Due le delibere approvate dalla Giunta regionale per erogare fondi destinati agli impianti sportivi del Veneto.

Sport Expo

La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore allo sport Cristiano Corazzari, ha approvato due deliberazioni con le quali è stato stanziato complessivamente 1 milione e 69 mila euro per la realizzazione di opere di miglioria, anche strutturale, in numerosi impianti sportivi del Veneto.

«Questi finanziamenti rappresentano un segnale importante di attenzione per un comparto duramente colpito dal Coronaviruscommenta Corazzari –. Avendo ben presenti le difficoltà riscontrate dagli Enti durante questo periodo, terremo conto, attraverso le strutture competenti della Regione, anche delle esigenze prodotte dall’emergenza Covid-19 nell’ambito dell’impiantistica sportiva, incluse le necessità di sicurezza e sanificazione, purché non vadano a modificare in misura sostanziale gli interventi oggetto di contributo, finalizzato alla qualificazione ed efficientamento di molti spazi che finalmente si stanno gradualmente riaprendo alle attività».

In particolare, con un provvedimento sono stati erogati contributi per oltre 516 mila euro per interventi di importo fino a 50 mila euro: si tratta del secondo programma di riparto attuato attraverso lo scorrimento della graduatoria approvata nel 2019. Gli enti beneficiari avranno tempo fino al 13 novembre 2020 per presentare la rendicontazione finale dell’intervento eseguito e tale termine è stato accordato anche ai beneficiari del primo riparto, in considerazione delle difficoltà operative dovute all’emergenza pandemica.

Con la seconda deliberazione è stato approvato un programma di riparto per l’assegnazione di contributi straordinari in favore di opere urgenti di miglioria dell’impiantistica sportiva, per l’importo di 552 mila euro.

«Con questi provvedimenti – conclude Corazzari – non solo diamo attuazione alla normativa regionale in materia di sport, sostenendo oltre alla pratica sportiva anche l’adeguamento dell’impiantistica di base, ma forniamo un prezioso sostegno alle associazioni e agli Enti locali fortemente impegnati, soprattutto in questo complicato momento, a offrire strutture sane e adeguate alle società sportive, agli atleti e più generalmente alla popolazione».